Roma, stop alla pet ambulanza di Totti e Ilary, non rinnovata la convenzione

di Redazione 1

La pet ambulanza acquistata nel 2005 da Totti e Ilary Blasi ha spento i motori. In cinque anni ha salvato più di 800 animali, ma il Comune ha deciso di non rinnovare la convenzione. A denunciarlo è stata ieri la LAV, la Lega Anti Vivisezione, nel corso della conferenza stampa organizzata per parlare del nuovo codice della strada, che prevede il soccorso obbligatorio anche per gli animali.

Da una parte una grande vittoria con un regolamento che prevede sanzioni fino a 1.500 euro a chi non soccorre cani e gatti investiti, dall’altra una sconfitta, la chiusura di un servizio, quello dell’ambulanza per animali, che garantiva il pronto soccorso immediato ai tanti amici a quattro zampe rimasti feriti sulle strade.

L’ambulanza, che ha salvato anche molti pet vittime del terremoto dell’Aquila, è ferma. Era stata acquistata, come anticipavamo ad inizio articolo, da Totti e dalla moglie Ilary 5 anni fa nell’ambito del progetto pilota Soccorso animali Roma. I due avevano anche pagato i primi sette mesi del servizio. Successivamente, dal 1 marzo 2006, era stato l’ufficio Diritti animali del Comune di Roma  ad assumersi gli oneri, la gestione ed il coordinamento del servizio di emergenza. Purtroppo è da gennaio 2010 che il  Campidoglio non rinnova la convenzione.

Il risultato è la sospensione di un servizio utile per salvare le vite degli animali investiti ed un passo indietro del Comune nella tutela del diritto alla salute dei tuttozampe. Pensate che l’Asav (Autoveicolo di soccorso avanzato veterinario), ha risposto in cinque anni ad oltre cinquemila chiamate, con 800 interventi d’emergenza, nel 90% dei casi animali coinvolti in incidenti stradali, soprattutto in estate a causa del fenomeno degli abbandoni.
Hanno usufruito del servizio sanitario d’emergenza anche i tanti rettili fuggiti dalle abitazioni e i cavalli delle botticelle romane che quest’estate, fortunatamente, avranno la loro ambulanza e il loro pronto soccorso.
La Lav ha rivolto un appello al sindaco di Roma, Gianni Alemanno, affinché si attivi per agevolare il ripristino della convenzione, non dovuto a quanto pare a problemi finanziari, ma a difficoltà organizzative.

[Fonte: Repubblica]

Commenta!

Commenti (1)

  1. aggiornamento: – “Il servizio dell’ambulanza pet-soccorso destinato agli animali feriti, sospeso momentaneamente per carenza di fondi, è stato ripristinato”. Lo annuncia l’assessore capitolino all’ambiente, Fabio de Lillo, precisando di essersi “impegnato personalmente affinchè questa situazione venisse risolta nel più breve tempo possibile, nonostante i noti problemi finanziari del comune di Roma”.
    “Appena sono stato informato della possibilità di una soppressione di tale servizio – spiega De Lillo – ho richiesto agli uffici competenti di attivare tutte le procedure percorribili affinchè fosse immediatamente ripristinato. Tutto ciò ha comportato l’interruzione, solo per pochi giorni, di questo servizio che considero di primaria importanza per la tutela della salute degli animali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>