Chi popola l’acquario: la neocaridina Red Cherry

di Redazione Commenta


La Neocaridina denticulata sinensis var. Red, Neocaridina heteropoda è conosciuta in Italia con il nome di Neocaridina Red Cherry, per il suo bel colore rosso vivo: la colorazione rossa dipende da parecchi fattori quali l’umore, i valori dell’acqua, l’alimentazione e il bagaglio genetico. Si tratta di un invertebrato molto pacifico le cui dimensioni da adulto si aggirano sui 2-3 cm. Il range di temperatura per la vita di queste neocaridina varia da 10 a 30 gradi centigradi anche se per favorirne la riproduzione è meglio una temperatura sui 18 e 22 gradi.

Il maschio presenta una taglia più piccola e un corpo più affusolato, il carapace è meno colorato o con presenza di bande, mentre la femmina presenta colorazione rossa e più scura in maniera più diffusa e marcata . Il maschio inoltre presenta le antenne medialmente più lunghe. Come le altre neocaridine, anche la red cherry è una gran mangiatrice di alghe, anche se non disdegna il classico cibo per pesci.

Il loro temperamento è tranquillo anzi tendono a nascondersi in caso di pericolo: per vederle più facilmente è consigliabile inserire in acquario molto muschio, piante galleggianti e un fondo scuro. Le red cherry sono innocue, occorre evitare la convivenza con pesci e crostacei di taglia elevata e agressivi, meglio introdurre in vasca pesci di comunità piccoli e tranquilli, in modo particolare poecilidi mentre se si vuole riprodurli, dedicare alla red cherry un acquario specifico.

Il litraggio minimo per questo tipo di invertebrato è di 30-40 litri per piccoli gruppi ma se la riproduzione viene portata a buon fine la capienza deve aumentare in modo considerevole, visto il numero di nuovi gamberetti che possono nascere da un’unica covata: le femmine infatti sono molto prolifiche. Le Red cherry amano occupare le zone di fondo e fra le piante, non di rado salgono in superficie, sempre appesi alle piante presenti in vasca.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>