Malattie trasmissibili a uomo da animali

di cinzia iannaccio Commenta

Richiesta di consulto veterinario su malattie trasmissibili a uomo da animali
Gentilissimi dottori, sono qui per chiedervi un consulto. Cerco di spiegarvi in breve il problema. Mia suocera possiede un cane che abita con loro in aperta campagna, il più delle volte sparisce e quando ritorna porta con se stati di malessere (vomito, fiacchezza) e bottini trovati in una capannetta dove i cacciatori bivaccano, uccidono i cinghiali e lasciano resti del loro cibo e anche quelli degli animali uccisi! Visto che in aperta campagna ci sono animali selvatici come volpi e altri cani randagi che a loro volta i padroni lasciano incostuditi, volevo chiedervi: a cosa andiamo incontro? Visto che non ne vogliono sapere di legarla? Io una volta al mese scendo dai miei suoceri e con me porto un cane che tengo in casa, tra qualche mese partoriró e il cane vive con noi h24. Cosa posso fare con il mio cane che quando scendo dai suoceri sta a contatto con questo che va mangiando la qualsiasi e magari può incorrere per “lotta per il cibo” a morsi di animali selvatici? Grazie mille per l’attenzione.

Tipo di consulto
Veterinario Generale
Tipo di problema
Malattie trasmissibili a uomo e animali.

 

Risponde il dottor Fabio Maria Aleandri, Medico Veterinario e direttore sanitario del Centro Veterinario Aleandri, con sede in Roma. Per contatti diretti mail [email protected] www.ambvetaleandri.eu

 

Gentile Sig.ra Purtroppo questa brutta abitudine di lasciare i cani di proprietà liberi di vagare è ancora molto diffusa. Tralasciamo (ma non perché  meno importanti) i problemi legati all’impatto nell’ambiente di questi cani (per es. possono provocare incidenti stradali, oppure aggredire persone o altri animali ecc..) va detto che corrono tantissimi rischi sanitari. Nel suo caso specifico è estremamente pericoloso per i cani ingerire carni di cinghiale (e in generale di suino) non cotti. Corrono il rischio di contrarre una malattia (il morbo di Aujeszky o pseudorabbia) mortale per il cane e veramente terribile nei sintomi. Non è un problema per noi ne direttamente per altri cani (si contrae ingerendo carni infette) , ma è veramente una brutta morte. Per il resto i rischi sono quelli di gastro-enteriti più o meno gravi e la possibilità di contrarre malattie infettive (parvovirosi, cimurro ecc..). Quindi prima di tutto dovrebbe smettere di uscire , poi il cane deve essere vaccinato bene e con regolarità. Per l’Aujeszky non c’è prevenzione. Pe il suo cane mi raccomando un buon piano vaccinale , ma non si può mai essere completamente sicuri. Per noi direttamente i rischi sono pochi.

Cordiali saluti

Dott. Fabio Maria Aleandri

Medico Veterinario

 

Se avete altre domande da porre ai ns veterinari potete visitare la pagina dedicata e riempire il form:

Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets

Il nostro “Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets” non fornisce diagnosi online e neppure la prescrizione di farmaci. Si tratta di un servizio di informazioni ed orientamento che mai potrà essere considerato sostitutivo di una visita specialistica diretta con il medico veterinario. L’invio della domanda corrisponderà all’accettazione di questa condizione di utilizzo.

Per le emergenze rivolgersi al servizio veterinario più vicino.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>