Lupi italiani, l’evoluzione scritta nel dna 

di Fabiana Commenta

I lupi italiani e quelli europei o americani? Non si somigliano affatto e a spiegare le specificità dei lupi italiani, unici al mondo per caratteristiche morfologiche e genetiche, arriva un consistente studio realizzato in collaborazione tra l’Università di Bologna e l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), basato sull’analisi del Dna di 19 esemplari vissuti tra 25.000 e 1.000 anni fa.

lupi

I lupi italiani, sostanzialmente a causa dell’isolamento della nostra penisole e delle attività umane, sono estremamente diversi rispetto agli altri lupi. 

Gli autori dello studio Old Wild Wolves hanno analizzato un patrimonio genetico presente in denti e ossa appartenenti a 19 esemplari rinvenuti tra Bologna e Cremona utili per definire le caratteristiche del Dna della popolazione di lupi presente in Italia tra il Tardo Pleistocene e il Medioevo. Se i reperti mostravano somiglianze  con lupi italiani vissuti nello stesso periodo in Nord America ed Eurasia mostrando una vera e propria continuità genetica, i resti degli animi vissuti fra 3.000 e 1.000 anni hanno messo invece in evidenza “una progressiva perdita di diversità genetica” a causa non solo dell’isolamento dell’Italia, ma anche a causa delle attività dell’uomo. 

I risultati ottenuti dai ricercatori hanno però anche messo in evidenza un nuovo legame tra il lupo e il cane: 25.000 anni fa, è stato notato un gruppo di mutazioni genetiche ereditate insieme che è stato riscontrato in 97 razze canine esistenti oggi. Dati del genere appaiono particolarmente importanti in vista anche della domesticazione del cane perché i nuovi canini “riconosciuti dalla comunità scientifica risalgono a circa 14.000 anni fa”.

LUPI E ORSI NON SI UCCIDONO, IL NUOVO PIANO LUPI

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>