L’Enpa ricorda di non disturbare i cuccioli della Val Bormida

di Redazione Commenta

capriolo

Qualche volta si fa del male agli animali volutamente, con violenza e cattiveria, altre volte avviene esattamente il contrario. La dolcezza dei nuovi arrivati e un improvviso slancio d’amore verso creature che sono apparentemente indifese, fa accorrere decine di persone in aiuto di chi, francamente, in quel momento non ne ha alcun bisogno. Come riporta anche il sito Savona news, la Protezione Animali della stessa città invita sia i turisti che i cittadini e lasciar stare i cuccioli che si incontrano appena fuori dai luoghi abitati, in particolare nell’entroterra e nella Val Bormida, anche se sembrano abbandonati. I giovani di capriolo e di lepre, infatti, spesso si trovano adagiati nei boschi o nei prati, in attesa che arrivi la mamma, la quale sta cercando del cibo e l’avvicinarsi di un estraneo, può solo rovinare il perfetto quadretto familiare. Chiunque tocchi il piccolo, infatti, causerà un danno terribile, visto che modificherà il suo odore e quest’ultimo verrà abbandonato.

L’unica cosa da fare è, eventualmente, ritornare sul posto dopo qualche ora per verificare che il piccolo non si trovi ancora nello stesso punto. Stessa regola vale per uccelli e gabbiani, merli e cornacchie che si trovano a terra, sempre che non siano stati feriti o morsi e abbiano realmente bisogno di aiuto. Ovviamente, in quel caso, bisognerà portarli nel posto più sicuro. Di solito, i genitori si trovano nelle vicinanze e li lasciano sgambettare per imparare a muoversi da soli.

Inutile ricordare, poi, come dice l’Enpa, l’Ente Nazionale Protezione animali, che non bisogna distruggere i nidi di nessun volatile, anche se si trovano in posti fastidiosi come i terrazzi o le aree in qualche modo abitate. I “proprietari”, infatti, arriveranno nel giro di qualche giorno e quando l’abbandoneranno definitivamente si potrà procedere ad una più completa pulizia di tutta la zona.

foto di: parks

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>