L’elefante ed il Labrador, il VIDEO di un’amicizia

di cinzia iannaccio Commenta

Bella è un Labrador Retriever nero e Bubbles un elefante africano. Sono loro i protagonisti di un video che racconta di una bella amicizia oltre la specie oltre che della comune passione per l’acqua. E’ una storia fuori dal comune per noi, ma non di certo per chi vive nei pressi del Myrtle Beach Safari, in California del Sud. La storia di Bubbles è toccante però, anche se a lieto fine.

L’elefante infatti vive insieme ad altri 100 animali in una riserva di 50 acri, presso il TIGERS a Myrtle Beach, e fa parte, con tutti gli altri di un progetto per la conservazione delle specie selvatiche il “Fondo per le specie rare” (RareSpeciesFund.org). Qui Bubbles, una femmina, ci è arrivata, nel 1984, quando era una cucciolona piccola (circa 158 chili per 1,10 centimetri d’altezza) ed indifesa.

Era un’orfana: i suoi genitori erano stati uccisi per le zanne d’avorio e sarebbe morta da sola, incapace di sopravvivere, come purtroppo accaduto a tanti altri cuccioli, se non fosse stata presa per questo progetto e portata negli Stati Uniti. Di certo il suo viaggio non sarà stato piacevole, ma le è valsa la sopravvivenza.

Notevole ed eccezionale l’impegno preso dal TIGER ( The Institute of Greatly Endangered and Rare Species- Istituto per le specie gravemente minacciate e rare) visto che si trattava di iniziare un percorso complesso e sul lungo termine data la longevità degli elefanti (dai 60 ai 100 anni). Ma tutto è andato per il meglio e la piccola Bubbles è diventata subito parte integrante della famiglia dei fondatori del progetto. E la sua amicizia con il cane di casa ne è una testimonianza. Bubbles ora ha circa 30 anni, pesa 4 tonnellate ed è altissima!!! Tanto che il Labrador Bella ama usarla come trampolino per i tuffi!

Insieme amano nuotare nel fiume e passeggiare nelle campagne. Ha avuto però anche dei momenti di gloria: ha recitato in Ace Ventura II , Malaika – HBO Movie Special , un video di Janet Jackson e si è prestata a molti servizi fotografici, senza troppa fatica, nella sua nuova terra e casa. E’ una perfetta testimonial della salvaguardia degli elefanti. Non credete?

Per maggiori informazioni visitate la pagina del TIGER.

Potrebbero interessarvi anche i seguentii post:

Adottare un elefantino in Kenia

Il miracolo dell’elefantino risorto

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>