Lega Nazionale per la Difesa del Cane, i consigli per i nostri pet

di Fabiana Commenta

Alimentazione adeguata e un riparo caldo sono fra gli elementi indispensabili per poterci prendere cura dei nostri pet in occasione del freddo e dell’inverno. Se è vero che i quattro zampe sopportano meglio il freddo, è anche vero che ciò accade gli animali di taglia grande mentre gli animali di taglia piccola o a pelo corto soffrono maggiormente le basse temperature.

cani freddo SOS canili

Attenzione soprattutto agli animali che vivono fuori e che devono trovare un rifugio adeguato dove ripararsi. Particolare attenzione deve poi essere prestata ai cuccioli, ai cani anziani e ai cani malati che devono essere maggiormente protetti dalle intemperie. Arrivano dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane dieci consigli per prenderci cura al meglio dei nostri amici a quattro zampe durante la stagione fredda ricordando di non tentare via vecchie coperte o piumoni che possono essere donati al Rifugio più vicino per scaldare gli animali senza famiglia.

Ecco i consigli per aiutare i nostri quattro zampe con il freddo.

1) Alimentazione adeguata

Un’alimentazione adeguata per il nostro animale è importante e soprattutto in inverno visto che con le basse temperature si bruciano più calorie. In particolare per i gatti che vivono all’aperto una dieta ricca di nutrienti, grassi e proteine, dall’elevato profilo qualitativo, consente loro di non perdere peso utilizzando le riserve corporee.

2) Un riparo adeguato

Attenzione a cani e gatti che vivono all’aperto, poiché devono avere un luogo asciutto e senza correnti per dormire e rifugiarsi. La cuccia deve essere collocata a qualche centimetro da terra, possibilmente con l’entrata rivolta in direzione opposta a quella in cui solitamente soffia il vento. Il pavimento della cuccia potrà essere ricoperto con una coperta di lana, vecchi maglioni, con ritagli di moquette. Ricordate che ogni materiale va cambiato una volta che ha piovuto. Se il freddo è pungente, meglio coibentare la cuccia con materiali ecologici come le schiume a base di ricino, soia, zuccheri ecc.

3) Cura costante

Spazzolando il vostro animale con regolarità, si stimola la circolazione sanguigna e un adeguato rinnovo del sottopelo che gli consentirà maggiore protezione anche nei mesi invernali. Se gli animali si sono bagnati a causa della pioggia o della neve è importante asciugarli bene, soprattutto le zampe e tra le dita, dove possono rimanere i cristalli di ghiaccio o il sale che può causare una creare serie di irritazioni ai polpastrelli.

Meglio evitare di fare il bagno troppo spesso al cane perché il infatti, lava via anche gli oli protettivi presenti in superficie sulla cute ed espone il cane a un rischio maggiore di secchezza e desquamazioni.

4) Attenzione: il freddo della notte può essere letale per i meno forti

Nella stagione invernale, con le temperature rigide, i soggetti anziani e/o malati, i cani di taglia piccola, specie se a pelo raso, devono essere ulteriormente protetti dalle intemperie e non dovrebbero essere lasciati all’aperto.

5) Una ciotola dell’acqua 

L’acqua del cane o del gatto se si trova all’esterno può congelarsi: meglio cambiarla spesso o usare materiali in plastica, poiché il metallo conduce il freddo più rapidamente.

6) Non lasciate mai un cane incustodito in auto

Mai lasciare un cane incustodito in auto perché il veicolo potrebbe diventare presto una sorta di frigorifero, soprattutto durante le ore serali, causando l’ipotermia o il congelamento dell’animale. Ricordate di tenere una coperta in macchina.

7) Non lasciate mai un cane incustodito in garage

Mai lasciare incustodito il cane in garage anche a causa della presenza di eventuali prodotti nocivi come l’antigelo per l’auto che se ingerito può essere fatale per il cane.

Mai lasciate il cane in garage quando si accende l’auto, poiché il monossido di carbonio potrebbe essergli fatale.

8) Non lasciate mai incustoditi apparecchi elettrici

Non lasciate mai, per nessun motivo, incustodite eventuali stufette portatili, cuscinetti termici, scaldini elettrici ecc: nel caso in cui cani, gatti e conigli masticassero i cavi elettrici, potrebbero essere fulminati.

9) Attenzione: nella neve il cane potrebbe perdere le tracce di odore e smarrirsi

Meglio tenere i cani al guinzaglio o controllarli perché potrebbero perdere l’orientamento.

10) Attenzione agli animali che si rifugiano sotto le automobili

Con le basse temperature i gatti liberi o anche altri animali che vivono all’aperto potrebbero andare a rifugiarsi sotto le automobili, per riscaldarsi con il caldo del motore. Meglio allora dare dei leggeri colpi sul cofano della macchina prima di partire per mettere in fuga eventuali ospiti.

ENPA, VADEMECUM CONTRO FREDDO PER ANIMALI DOMESTICI

photo credits | think stock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>