Incontinenza urinaria nel cane, cause e terapia

di cinzia iannaccio Commenta

Incontinenza urinaria nel cane maschio o femmina adulto? In un cucciolo, in un animale anziano? Quali cause e terapia? Quando Fido d’improvviso comincia ad urinare in giro per casa senza averlo mai fatto, non pensate ad un dispetto per un rimproveri: i cani sono anime pure e non sanno cosa sia un dispetto o una vendetta! Piuttosto cercate di capirne le motivazioni vere, le cause, parlandone con il vostro veterinario di fiducia, perché alla base potrebbe esserci un problema di salute. Di seguito tutto quello che occorre sapere per chiarirvi le idee.

incontinenza urinaria cane cause terapia

Incontinenza urinaria nel cane: definizione e tipi

Si parla di incontinenza urinaria nel cane (così come nel gatto o nell’essere umano) quando si perde il controllo “volontario” dello svuotamento della vescica. Tale condizione medica va differenziata da determinate abitudini o problemi comportamentali specifici soprattutto dei cuccioli o dei cani giovani (come quando “marcano ” il territorio). Può capitare ad esempio che un cane maschio o femmina faccia pipì sul pavimento o la notte nella sua cuccia, in quanto sono stati usati detergenti all’ammoniaca che possono stimolare la minzione, o il cucciolo è ancora talmente piccolo da non riuscire a controllare i propri bisogni (o non è stato ancora abituato a farli fuori). In generale si distinguono diversi tipi di incontinenza urinaria nel cane:

  • Incontinenza ormone-reattiva
  • Incontinenza da sottomissione
  • Incontinenza neurogena
  • Incontinenza da sovradistensione della vescica

 

Incontinenza ormone-reattiva nel cane, cos’è, cause e terapia

Colpisce essernzialmente il cane femmina adulto o anziano sterilizzato e meno di frequente gli anziano maschi castrati e le giovani cagnoline. E ‘causata da una carenza di estrogeni nelle femmine e testosterone nei maschi. Entrambi questi ormoni sono fondamentali per mantenere funzionale il tono muscolare dello sfintere uretrale: quando per lungo tempo i loro livelli sono bassi, si perde l’adeguata capacità del controllo delle urine. Questo tipo di incontinenza è frequentemente notturna. Il cane nella maggioranza dei casi ha un controllo, che perde però quando è rilassato o dorme. Quale terapia? L’incontinenza ormone-reattiva o ormone-sensibile nei cani femmina sterilizzati si cura con dei farmaci ed in particolare con la fenilpropanolamina, che aumenta il tono dello sfintere uretrale. Se non è efficace si passa al Dietilstilbestrolo (estrogeni), ma solo come seconda scelta perché può avere rischiosi effetti collaterali. L’incontinenza nei maschi castrati risponde bene al testosterone cane oltre che alla Fenilpropanolamina (anche questo è comunque un farmaco piuttosto contoverso, di cui non bisogna abusare).

 

Incontinenza da sottomissione nel cane (o da stess), i rimedi

E’ un problema piuttosto comune: il cane perde piccole quantità di pipì in situazioni che vive come emotivamente stressanti (come la paura- da qui la sottomissione). Si manifesta per lo più in giovani cani, o cuccioli ad esempio quando vengono adottati o in conseguenza di un qualunque cambio ambientale. Come si cura? Anche in questi casi si possono utilizzare la fenilpropanolamina e / o altri farmaci che aumentano il tono uretrale, ma è fondamentale fare una diagnosi precisa e capire cosa eventualmente spaventa il cane o lo mette sotto agitazione: non si può prescindere in genere, per una rapida risoluzione del caso, dal’applicare modifiche sul comportamento quotidiano. Va compreso cosa provoca stress e va evitato, spesso è opportuno non piegarsi verso il cane o scambiare direttamente degli sguardi: un cane intimorito e sottomesso vive mae queste cose che a noi possono sembrare solo normali forme di comunicazione. Non punire il cane se perde pipì, in quanto ciò potrebbe provocare un peggioramento dell’incontinenza. Lavorare con un addestratore di cani o meglio con un veterinario esperto in comportamento del cane è spesso necessario.

 

Incontinenza neurogena nel cane, cause e terapia

La causa dell’incontinenza urinaria nel cane può essere riscontrata anche in lesioni o anomalie nei nervi che controllano la vescica (e dunque non permettono la contrazione ed il controllo delle urine): lesioni del midollo spinale, infezioni, tumori e neuropatie ereditarie. La diagnosi in genere avviene con un test specifico con l’ausilio di un catetere. I risultati possono anche suggerire se il deficit riguarda il midollo spinale o la vescica. Per la terapia, in caso di infezione si utilizzano antibiotici e cateterizzazione. Utili talvolta farmaci che agiscono sulla vescica, ma in generale questa incontinenza è difficile da curare, benché la guarigione non sia esclusa in taluni cani.

 

Incontinenza da sovradistensione della vescica nel cane

Questo tipo di incontinenza è dovuta a una vescica parzialmente ostruita ad esempio a causa di calcoli uretrali, stenosi o tumore. Ovviamente la cura consiste nell’eliminazione -laddove possibile – della causa che provoca ostruzione. Utile spesso da affiancare una terapia farmacologica ed un periodo di applicazione del catetere.

 

 

Leggi anche:

 

 

 

Foto: Thinkstock

Fonte: Medicinet.com/pets/

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>