Il terrario: consigli per la scelta

di Redazione Commenta

terrario1

I nostri amici rettili necessitano di uno spazio adeguato all’interno dell’abitazione, uno spazio tutto per loro che tenga conto delle esigenze legate alla specie: si tratta del terrario. Il terrario non deve essere solo un contenitore ma deve riprodurre il più fedelmente possibile l’habitat naturale in cui il rettile vivrebbe allo stato naturale .

Per cercare di creare un terrario ottimale per i rettili, occorre tenere in considerazione alcuni elementi essenziali che qui di seguito illustreremo. In primo luogo occorre che il terrario sia un luogo sicuro dal quale il rettile non possa fuggire: questo non significa che l’animale vi debba stare sempre rinchiuso. Occorre poi che abbia le dimensioni adeguate alla tipologia di animale che vi viene introdotto: spazi troppo angusti possono nuocere certamente allo stato psicofisico del rettile, creando stress e disagi. Meglio quindi che il terrario sia sufficientemente grande per permettere al rettile di mantenere un comportamento naturale e per garantirne la termoregolazione.

Infine, ma non meno importante, assicuratevi che il terrario sia di facile pulizia e che fornisca le condizioni ambientali adatte alla specie di rettile del quale vogliamo occuparci: infatti molte specie necessitano di temperature o umidità particolarmente elevate, o di un substrato specifico, tutti elementi che devono essere considerati attentamente al momento dell’acquisto.

Il terrario può essere di diversi materiali quali il vetro o la fibra di vetro, il legno o il plexiglas giusto per citare i più diffusi: il materiale con cui il terrario è costruito ovviamente non è di secondaria importanza in quanto influenza le condizioni che vi si vengono a creare al suo interno. Certamente il materiale migliore sul quale puntare è il vetro in quanto di facile pulizia, mantiene lontana l’umidità e permette di controllare sempre cosa accade all’interno del terrario. Il coperchio della struttura conterrà le lampadine per il riscaldamento del contenitore.

Infine un altro fattore da tenere in considerazione è la presenza o meno nel terrario di più animali: se infatti prevediamo di mantenere più rettili all’interno dello stesso spazio, occorre valutare bene dimensioni ed allestimento. I rettili necessitano infatti di spazi nei quali potersi nascondere: si tratta di animali fortemente territoriali per cui la convivenza potrebbe causare lotte all’interno del terrario. Onde evitare tali spiacevoli situazioni meglio premunirsi e pensare in fase di allestimento alla possibilità di installare delle barriere visive che permettano a ciascun rettile di “distaccarsi” dagli altri, avendo uno spazio tutto per se.

Una regola generale da tenere in considerazione è evitare di far coabitare specie differenti: ogni rettile infatti necessità di cure, illuminazione, temperature proprie che mal si adattano alle esigenze di altre specie. Senza contare che poi mescolare animali di diverse provenienze potrebbe anche favorire la trasmissione di malattie o parassiti tra gli animali.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>