Gatto, come affrontare la muta del pelo

di Fabiana Commenta

È ancora estate, ma fra poco sarà tempo di muta e di cambiamento del pelo anche del gatto che esattamente come il cane si prepara a cambiare il manto in vista della nuova stagione. Una cambiamento naturale, certo, ma che può causare qualche problema di igiene e di pulizia anche dentro casa.

Vomito gatto continuo, quali cause?

È bene ricordare che la perdita e il ricambio del pelo vengono accelerati dalla luce naturale e dalla vita all’aria aperta al contrario invece della luce artificiale che rallenta il processo: ecco anche perché sembra che i gatti che vivono in casa sembrano perdere più pelo rispetto  agli altri che vivono in giardino o in strada.

Meglio allora lasciar uscire all’aperto i vostri animali anche sul balcone purché stiano all’aria aperta per consentire di distribuire il processo di cambiamento del pelo. 

È consigliabile spazzolare il gatto frequentemente in ogni stagione e non solo in quella estiva: ancora di più se si tratta di un gatto a pelo lungo.

La spazzolatura quotidiana aiuta il gatto a rimuovere i peli morti evitando che si creino problemi. 

Esistono due tipi di spazzole in commercio, i cardatori e i pettini: i cardatori sono spazzole con i denti metallici piegati che consentono di raccogliere molto pelo ottime per i gatti a pelo lungo mentre i pettini sono più delicati metallici e da usare n senso del pelo.

Il gatto va sempre spazzolato seguendo il verso del pelo ovviamente anche se di tanto in tanto andrebbe spazzolato contropelo.

Uno dei pericoli maggiori è la formazione di boli, le palle di pelo morto che potrebbero essere ingerite dal gatto. 

Meglio evitare e lasciare a disposizione un vaso con erba gatta alimenti arricchiti con acidi grassi Omega 3 e Omega 6 e integratori specifici aggiungendo mezzo cucchiaio di olio di oliva. 

In casa meglio è prevenire piuttosto che pulire sistemando i teli che dovranno essere sparsi per tutta casa: per pulire è sufficiente indossare guanti gomma e bagnare un po’ la superficie passando la mano inumidita sulle zone da pulire.

Per la pulizia dei pavimenti è meglio scegliere un prodotto pro-animali, ma anche dei panni elettrostatici che assorbono meglio i peli e gli spray antistatici sui mobili che proteggono le superfici.

Meglio scegliere prodotti green o pet friendly che non danneggiano gli animali. 

GATTO, COME TOGLIERE I NODI DI PELO

photo credits | think stock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>