Gatti bianchi, attenzione alle scottature da sole

di cinzia iannaccio 2

gatti bianchi scottatura soleOggi ho scoperto una cosa nuova (almeno per me): anche i gatti si possono scottare al sole. Ad essere particolarmente sensibili a questo problema sono i gatti bianchi, o comunque quelli che hanno le orecchie o il musetto bianco. E’ molto importante prestare attenzione affinché non si scottino, onde prevenire loro la sofferenza dell’ustione solare e rischi ulteriori. Ma come fare?

Sin da micetti, è importante tenerli al riparo dai raggi di sole più forti e diretti, evitando di farli uscire nelle ore di punta, dalle 11,00 di mattina alle 17,00 circa del pomeriggio (ovviamente parliamo della calda stagione estiva). Laddove questo sia impossibile andranno protetti con delle creme solari ad ampio spettro. Proprio così, come se fossero dei bambini.

Attenzione però, non tutte le protezioni solari vanno bene per i gatti. Occorre chiedere al vostro veterinario di fiducia, quali siano indicate, affinché leccandosi (e dunque con l’ingestione) non siano tossiche. Come per gli esseri umani, le scottature da sole sono molto pericolose anche per gli animali. Alla lunga, possono provocare lesioni che evolvono in forme neoplastiche: è il caso del carcinoma a cellule squamose, che compare sulla punta delle orecchie o sul naso (i punti più esposti al sole) come una piaga, una ferita, che tende a non guarire.

In generale con gli animali domestici in caso di caldo occorre prestare le stesse attenzioni che useremmo per noi stessi. Anzi di più, visto che ne siamo responsabili e considerato che loro non possono avvisare di un malore in corso, come nel caso di disidratazione. In quel caso si andrebbe dritti dritti, pericolosamente verso il colpo di calore del gatto. Un ultimo consiglio: con le alte temperature i mici tendono a non bere: forzateli, invogliateli con acqua sempre fresca e pulita, avvicinategli la ciotola, idratateli con il contagocce se necessario, ne va della loro salute.

Foto: Thinkstock

Commenta!

Commenti (2)

  1. mi sono presa cura per due anni una gattina bianca che ha vissuto 10-12 anni in un orto vicino a me.
    quando ho iniziato a portarle da mangiare aveva già perso un orecchio, e l’altro stava iniziando ad ammalarsi, dopo un anno ha iniziato il naso.
    a febbraio 2012, con il grande freddo e la neve l’ho portata a casa assieme alla sorella nera, sana.
    la sorella nera non era molto contenta, e appena passata l’emergenza è stata riportata nel suo orto. Tina invece è rimasta con noi, con il suo musetto sempre più devastato dal maledetto tumore.
    l’aiutavo a mangiare e fino all’ultimo giorno ci ha regalato tanto affetto e tanta gioia
    Ci ha lasciato a giugno, giusto un anno fa, in seguito ad un’emorragia.

    TENETE I GATTI BIANCHI IN CASA!!!!

  2. ho 4 mici bianchi impossibile tenerli in casa amano stare fuori aver cura tutte le matt mettere crema solare specifica x gatti la do anhe nelle orecchie a micio nero pure lui si scotta il probblema è una micia allergica alla crema solare x cui cerco di tenerla in casa ma che fatica…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>