Fury, cane che salva gli elefanti dall’estinzione

di Redazione Commenta

Un cane speciale, trovato nelle strade di un villaggio in Namibia e destinato a diventare il primo cane africano per la salvaguardia degli elefanti dall'estinzione.

Fury è una cucciola di pochi masi, che ama giocare e farsi coccolare: è stata trovata tra le strade dei villaggi dello Zambia, in Africa, e per lei si è deciso un futuro preciso. Questo cane infatti diventerà il primo canis africanis a far parte del nucleo anti-bracconieri, per difendere gli elefanti africani a rischio estinzione.

Dog in a dirt road


Solitamente per questo tipo di attività vengono utilizzati dei pastori tedeschi, che individuano i trafficanti illegali di avorio e i bracconieri, una piaga sociale in questi territori. Ma pare che Fury sarà destinata a scalzare via anche i pastori. I canis africanis sono molto diffusi nei villaggi, utilizzati come cani da guardia e spesso vivono in condizioni estremamente povere. Non sono mai stati presi in considerazione per altre attività.

Invece Fury sembra proprio avere il carattere ed il temperamento per entrare a far parte delle unità cinofile, è abituata al caldo, alle avversità, alle temperature ostili, alla popolazione locale. Inoltre, un fattore da non sottovalutare, i cani nati e cresciuti in questo territorio sono anche immuni a molte malattie, che invece possono colpire amici a quattro zampe di importazione.

Un aiuto davvero prezioso quello che la bellissima e dolcissima Fury saprà dare, per la salvaguardia degli elefanti, una specie sempre più minacciata e colpita da bracconieri senza scrupoli.

Foto credit Thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>