Declawing gatti, cosa è e perché non farlo

di Valentina Commenta

Il declawing dei gatti è una pratica che nessun padrone dovrebbe mai prendere in considerazione. Si tratta della rimozione delle unghie dalle zampe: un’azione che comporta diversi danni alla salute del gatto.

Una pratica che danneggia i gatti

Immaginate di essere costretti a camminare tutto il giorno, tutti i giorni con delle scarpe scomode: avreste mal di piedi e mal di schiena. Lo stesso vale per i gatti che con il declawing si troverebbero a camminare tutto il giorno in una postura sbagliata. La rimozione delle unghie infatti è paragonabile per noi umani all’asportazione delle ultime falangi dei piedi. Come deambuleremmo? Di certo molto male.

La Comunità Europea negli ultimi anni ha lavorato sul rendere illegale questa pratica perché estremamente crudele per i felini. I gatti domestici, per quanto ormai parte della famiglia umana, sono comunque degli animali predatori e a loro le unghie servono sia per cacciare e difendersi, sia per muoversi con agilità sia all’aperto che al chiuso.  Insomma, eliminare le unghie al gatto può solo che apportare problemi alla sua salute.

Sebbene la pratica sia ormai diventata illegale esistono ancora persone che cercano di applicarla ai loro poveri felini per evitare che graffino divani o mobili.  È importante sottolineare che la limatura e il taglio delle unghie sono pratiche accettabili e totalmente diverse dal declawing. Il taglio stesso riguarda semplicemente un accorciamento che non va a toccare la zona sensibile dell’unghia ma che consente di rendere meno aguzze le stesse senza apportare danni al proprio felino.

Declawing ancora legale negli Stati Uniti

In Italia la pratica del declawing è illegale come nel resto d’Europa, ma non lo è ad esempio negli Stati Uniti. Essa asportando totalmente le unghie del gatto, come già specificato, agisce in modo irreversibile sull’anatomia del micio.  Non solo causando nello stesso gravi danni alla schiena ma anche agendo in modo importante sulla sua psiche. È assurdo quindi pensare che talvolta, dove non è reso possibile dalla legge, tale pratica viene eseguita anche con metodi fai da te.

E’ consigliato, per la salute del proprio gatto, non solo mettergli a disposizione dei tiragraffi, ma anche provvedere al taglio dell’estremità delle unghie quando le stesse diventano troppo lunghe e rendono difficile per il nostro felino camminare su qualsiasi superficie. Ovviamente non vi è nessun problema di questo tipo se i nostri gatti vivono in semilibertà e possono quindi muoversi all’aria aperta. Saranno il terreno ed eventuali tronchi a fare questo lavoro di “manutenzione” per la salute del micio.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>