Come dare farmaci liquidi al gatto

di cinzia iannaccio Commenta

Come dare farmaci liquidi al gatto? Non è un’impresa semplice somministrare medicinali ai nostri amici a quattrozampe, sia che si tratti di sciroppi, soluzioni liquide o pillole. Se si pensa che quelli liquidi siano l’opzione migliore, al momento della prescrizione terapeutica da parte del veterinario occorre chiedere se esiste un prodotto in questa formulazione. La maggioranza dei farmaci liquidi sono dotati già nella confezione di contagocce o siringhe particolari. Se non ci sono, è utile comprarli a parte per essere certi di somministrare la giusta dose, Ecco qualche consiglio pratico per somministrare farmaci liquidi al gatto.

come dare farmaci liquidi gatto

Le misure, le dosi

Un piccolo e necessario promemoria circa le unità di misura:

1 ml = 1 cc

Quando il veterinario parla di un cucchiaino di medicinale parla di un equivalente a 5 cc = 5 ml

1 cucchiaio da tavola =15 cc

 

Come fare, passo dopo passo

L’ideale sarebbe quello di sciogliere questa sostanza nella pappa, ma i rischi sono 2:  altera il gusto del cibo e quindi il gatto non mangia tutto e non assume la dose di farmaco necessaria o non mangia per altri motivi. La cosa migliore da fare è dunque quela di somministrare il liquido direttamente nella bocca del gatto, con rapidità. Ecco come fare.

 

  • Selezionare la giusta quantità del farmaco nel contagocce o in una siringa per soluzione orale (come quelle degli sciroppo per bambini o una normale, ma senza ago).
  • Afferrare saldamente la testa del gatto con la mano non dominante (se si è mancini, usare cioè la mano destra e viceversa): prendere sulla sommità, sopra le orecchie, con il pollice da un lato e le altre dita dall’altro. Evitare di tenere la mascella inferiore e soprattutto di non stringerla perché questo non piace al gatto e soprattutto potrebbe avere difficoltà ad ingoiare il farmaco.
  • Se il gatto si agita troppo e tende a graffiare è meglio farsi aiutare da qualcuno che gli tenga le zampe ferme. In alternativa (forse l’opzione migliore) si può avvolgere il gatto in un morbido asciugamano o coperta.
  • Una volta afferrata la testa girarla verso l’alto, in modo che il naso guardi all’insù. A questo punto la bocca si deve aprire.
  • Posizionare la punta del contagocce o della siringa nella bocca appena dietro i canini e farli avanzare fino all’osso della mascella.
  • A questo punto somministrare il farmaco senza farlo schizzare troppo rapidamente in gola o il gatto potrebbe avere difficoltà a deglutirlo.
  • Il gatto può sputare il farmaco: evitate una nuova somministrazione per non rischiare un eccesso di dose. Se siete certi che l’ha sputato tutto invece potete somministrare di nuovo e con le dosi originali.
  • Più sarà rapida questa procedura e meglio sarà per il gatto e per voi: occorre un approccio deciso! Se non ve la sentite, chiedete a qualcun altro in famiglia.
  • Lodate sempre il micio dopo l’assunzione del farmaco, magari premiandolo. Questo renderà più semplice la somministrazione successiva.

 

 

 

Leggi anche:

Si può dare la tachipirina al gatto? | Tutto Zampe

Farmaci, come somministrarli con facilità a cani e gatti

 

Fonte: PetPlace

 

Foto: Thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>