Cuccioli di cane in regalo per Natale

di cinzia iannaccio Commenta

cuccioli di cane in regalo a NataleCuccioli di cane in regalo per il Natale. Nelle famiglie italiane (e non solo) stanno arrivando in questi giorni tanti, tantissimi cuccioli. Il rito si ripete ogni anno, purtroppo strettamente correlato all’abbandono successivo in estate se non prima. Ma siamo buoni in questo periodo e vogliamo anche essere fiduciosi che per il Natale 2013 la scelta di accogliere un cane in famiglia sia stata fortemente analizzata, ponderata e decisa con cognizione di causa.

Partendo da ciò occorre riflettere però sul come e dove il cane deve essere reperito. Non siamo assolutamente contro i cani di razza,  ci mancherebbe: ogni pet è speciale e merita tanto amore. E’ però questa l’occasione per ricordare di non farsi truffare con l’acquisto di ipotetici cani di razza a basso prezzo senza pedigree (non sarebbero veramente “di razza”) ne tantomeno da fantomatici regali di cuccioli  pregiati con annunci fatti online.

Attenzione anche all’acquisto da venditori abusivi, in negozi o strutture fatiscenti, su siti internet: in questo modo, non solo si alimenta un mercato nero e non assolutamente lecito, ma soprattutto si rischia di acquistare un cucciolo malato, che di lì a poco potrebbe anche non farcela. Pensate a quale dispiacere per il bimbo di casa a cui il cane è stato regalato!

Sì perché nella stragrande maggioranza dei casi, questi cuccioli venduti a basso costo sono stati importati illegalmente ed in condizioni di viaggio precarie, che ne hanno messo a repentaglio la fragile salute, oltre che averne minato l’emotività (cosa che potrebbe avere conseguenze comportamentali nel cane quando diventa adulto).

Se proprio volete acquistare un cane di razza, rivolgetevi ad allevamenti qualificati e certificati (basta guardare nei siti istituzionali , quali sono, come l’ENCI). Se invece un cane di razza non è la vostra prerogativa, bhé, i canili sono pieni di quattro zampe in cerca d’amore, di una famiglia da arricchire con la loro presenza. Basta andare in quello più vicino a casa vostra: il pet vi sarà dato in adozione in condizioni di salute controllate e certificate. E vi sentirete più buoni per avergli donato una speranza in più.

Per approfondire questo argomento leggete anche:

Foto: Flickr

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>