Cuccioli, come accoglierli in casa – parte prima 

di Fabiana Commenta

 

L’estate potrebbe essere il momento più giusto per poter accogliere in casa un cucciolo di cane o gatto: d’altra parte il tempo a disposizione è maggiore e lo stress lavorativo almeno parzialmente lontano. 

Ma ricordate che accogliere un cucciolo in casa richiede tempo e dedizione senza dimenticare la responsabilità che implica quotidianamente. 

sterilizzazione cane maschio femmina età

Se siete veramente decisi ad accogliere un cucciolo in casa, ecco allora alcuni preziosi consigli elargiti via Ansa da Sergio Bottino, Coordinatore servizi extra-veterinari di Ca’ Zampa. 

Il cuccioli ha bisogno di alcune regola, che vanno dalla cuccia ai pasti fino agli orari delle uscite. 

Vediamo come gestire il suo ingresso in famiglia. 

  1. VALUTARE IL CONTESTO FAMIGLIARE

Le razze feline o canine hanno delle precise caratteristiche estetiche, ma anche comportamentali. Questo significa che la scelta di prendere in casa un cane o un gatto deve far riferimento non solo alle caratteristiche estetiche del cuccioli, ma anche alla sua personalità e allo stile di vita della famiglia. Attualmente, con una corretta prevenzione e una buona alimentazione, un cane o un gatto hanno un’aspettativa di vita di almeno 10/14 anni, di gioie e di responsabilità.

2. ACCERTARSI DELLA PROVENIENZA

Come previsto dalla legge, è necessario verificare la provenienza dell’animale che dovrà avere almeno 60 giorni di età. Obbligatorio il microchip nel cane e facoltativo (ma forse ancora per poco nel gatto): necessari un certificato di buona salute e le vaccinazioni preventive oltre ai rischi virali che dovranno essere effettuati dal veterinario di competenza. 

3.PREPARARE LA CASA A MISURA DI PET

Prima di accogliere il cucciolo in casa, preparate gli spazi idonei con tutto l’occorrente. Non dovranno mancare la cuccia, la ciotola dell’acqua e la ciotola per il cibo. Per il cane vi occorrono anche un guinzaglio, un collare e una museruola. 

Se scegliete un gatto non dimenticate le lettiere, le cuccette, i tiragraffi ben posizionati. 

4. FARE LA GIUSTA SCELTA ALIMENTARE

L’alimentazione è importantissima: potrete scegliere tra il cibo industriale, secco o umido, ma anche il cibo casalingo. 

Il cucciolo deve mangiare tre volte al giorno e in ogni caso va scelto il cibo adatto al cucciolo. Acquistate quindi dei prodotti specifici per il cucciolo, prodotti che generalmente sono si maggiore qualità e sono ricchi di fonte proteica animali. Se scegliete una dieta casalinga ricordate però di rivolgervi a un esperto in nutrizione in modo tale da poter correttamente bilanciare l’integrazione alimentare e favorire la crescita del cucciolo. 

COME ABITUARE IL CUCCIOLO A FARE I BISOGNI FUORI CASA

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>