Come fare un albero di Natale a prova di cane

di Redazione 2

Come fare albero Natale cane

Addobbare l’albero di Natale e decorare la casa con ghirlande, luci e festoni è tra i “riti” delle  feste a cui è impossibile sottrarsi, ma come fare se in casa gironzola un amico a 4 zampe? Ecco, allora, qualche consiglio utile per evitare che il cane possa distruggere e farsi male con le decorazioni!

L’albero di Natale è il simbolo delle feste, ma quando in casa ci sono degli animali, dal cane al gatto, occorre rispettare alcune piccole regole per la loro sicurezza. Per fare un albero a prova di cane, il primo passo è scegliere la posizione più adatta. È preferibile, quindi, sistemare l’albero al di fuori della sua portata, ad esempio su un mobile abbastanza alto. Ricordate, inoltre, che per evitare crolli improvvisi l’albero deve avere una base larga e pesante.

Attenzione anche agli addobbi. È vero che la luci sono un elemento decorativo importante, ma per rendere l’albero di Natale il più sicuro possibile è preferibile scegliere nastri di velluto o di raso, fiocchi, frutti, fiori secchi e perché no, delle belle ghirlande di pop corn e dei biscotti di vetro da appendere in sostituzione delle palline. Per evitare che le decorazioni cadano e per distribuire meglio il peso, ricordate di posizionare quelle più piccole e leggere in alto, mentre quelle più voluminose e pesanti in basso.

In linea di massima è preferibile optare per un albero finto, in questo modo non avrete nemmeno la scocciatura di dover pulire gli aghi che cadono a terra e che il cane possa facilmente ingoiare. Come per l’albero di Natale anche per i regali è importante scegliere la posizione giusta. Vanno sempre sistemati dove non sono raggiungibili. Mi raccomando, non dimenticate di mettere sotto l’albero anche dei regali per il vostro amico peloso, altrimenti, si offenderà! Se avete anche un gatto, vi consiglio di fare attenzione anche alle piante tipiche delle feste, che possono essere tossiche, in primis alla Stella di Natale, la cui ingestione può provocare nausea e vomito.

Photo Credit| Thinkstock

Commenta!

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>