Come fa il cane a capire il padrone?

di Redazione 1

rapporto caneVi siete mai chiesti come fanno i cani a capire cosa fare per ottenere da noi bipedi quello che vogliono? Uno studio dell’Università della Florida negli Stati Uniti, coordinato da Monique Udell e pubblicato dalla rivista Learning & Behavior, ha condotto uno studio dove spiega l’algoritmo usato da Fido per interpretarne gli atteggiamenti in base a segnali specifici, unendo il contesto in cui avviene l’interazione all’esperienza acquisita nel corso del tempo in modo da imparare a chiedere quello che vuole quando crede che sia il momento giusto per ottenerlo.

Ad esempio Hachi chiama quando è l’ora dei bisogni o ha voglia di uscire di casa, avverte addirittura quando c’è poca acqua nella ciotola, tutti comportamenti che sono stati studiati da Udell e team che hanno raggiunto questa conclusione osservando il comportamento di lupi, cani domestici e cani da guardia nel momento in cui vogliono ottenere del cibo rilevando che i quadrupedi sottoposti alla ricerca chiedono da mangiare all’uomo.

In entrambi le specie si nota come la capacità di chiedere migliori di efficacia nel tempo, però solamente i cani si sono dimostrati in grado di interpretare gli atteggiamenti umani per capire chi è disposto a prestar loro attenzione. I cani da guardia sono quelli che passano meno tempo e hanno meno contatti con l’uomo, forse per questo motivo sono risultati meno capaci di trasmettere i propri bisogni agli umani.

I ricercatori riassumono “questo studio suggerisce che la capacità dei cani di interpretare il comportamento umano dipende dalla disponibilità ad accettare l’uomo come compagno, associata alla capacità di trarre stimoli dai suoi movimenti e dalle sue azioni”. Ecco che arriva l’ennesima dimostrazione che il cane è il miglior amico dell’uomo, probabilmente non c’era bisogno di questa ricerca che però consolida l’importanza che ricopriamo nella vita dei quattro zampe che decidono di trascorrere insieme la propria vita al fianco del proprio padrone.

Fonte

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>