Un canile sanitario a Bari, sindaco Emiliano: “un atto di civiltà”

di Redazione 1

Partiti i lavori per la costruzione di un canile sanitario a Bari. La struttura, che potrà accogliere fino a duecento cani, sorgerà nella zona industriale del capoluogo pugliese.
I randagi verranno esaminati per accertare che non costituiscano un pericolo per la comunità, riceveranno tutte le cure del caso e saranno pronti ad essere adottati:

L’intenzione dichiarata è quella di risolvere il problema del randagismo. Il canile è un atto di civiltà perchè in questo luogo i cani potranno essere curati, per essere poi dati in affido. In questo modo si potranno prevenire malattie, evitare che avvengano episodi drammatici ed incidenti stradali.

Così Michele Emiliano, sindaco di Bari, all’inaugurazione del progetto, avvenuta ieri, alle ore 12.30 nell’area dove sorgerà il Canile Comunale, a ridosso della Zona Industriale di Modugno in via dei Fiordalisi. Alla manifestazione hanno preso parte, tra gli altri, l’assessore ai Lavori pubblici Marco Lacarra, la consigliera delegata all’Ambiente e ai Diritti degli animali Maria Maugeri, il direttore del Consorzio Asi Gerolamo Pugliese, i rappresentanti delle associazioni animaliste ed i responsabili del Servizio veterinario della Asl.

Il canile sanitario, che sarà ultimato in soli sei mesi, sarà coperto e occuperà una superficie di 3mila metri quadrati su un’area estesa per 25mila metri quadrati.
I canili sono di per sé luoghi tristi ma la novità di questa costruzione, che piace a noi di Tuttozampe, è l’istituzione all’interno della struttura di spazi vita per gli animali, comunicanti tra loro, e non le solite gabbie. Inoltre, attorno al canile, verranno piantati alberi ad alto fusto per proteggere i cani dall’esterno e creare una sorta di oasi riparata dal resto del mondo. L’ospedale sanitario all’interno permetterà di curare fino a 40 cani per volta,  e ci sarà un canile rifugio con 38 box ciascuno con capienza 5 cani. Inoltre ci sarà spazio anche per i cani da rieducare, con 20 posti individuali.

Il costo dell’opera, che ha sollevato non poche polemiche, è di 1.960.000 euro.
La scelta dell’area di ubicazione del canile non è casuale. Pensate che si trova ad una distanza più che doppia, rispetto al limite consentito, dal primo nucleo abitato.

[Fonti: Antennasud; InfoOggi]

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>