365 cani di razza stipati in gabbie per conigli

di Stefano Petrone Commenta

cane in gabbiaCani di razza costretti a vivere in spazi minuscoli, addirittura in gabbie per conigli. Queste sono state le condizioni in cui la Polizia municipale di Modena ha trovato, e sequestrato, 365 cani di razza. Il sequestro dei numerosi cani e’ avvenuto in località Cittanova, in provincia di Modena, tra i poveri animali ci sono labrador, golden retriever, chihuahua, barboncini e yorkshire, tutti di razza e di età diverse.

Ai 365 cani si deve aggiungere l’ultima cucciolata, di 4 cani, venuta alla luce addirittura durante l’operazione di Polizia iniziata lo scorso 30 novembre e conclusa nella tarda serata di ieri, tutto è iniziato quando gli agenti sono stati allertati da alcuni cittadini che hanno denunciato un’azienda autorizzata allo stanziamento di animali come fattoria didattica, dove era possibile acquistare cani senza microchip e di età inferiore ai due mesi – quindi senza imprinting – andando incontro a quanto previsto dalla legge.

Le inserzioni di vendita dei cuccioli erano anche su internet, così sabato scorso gli agenti si sono presentati in borghese fingendosi interessati all’acquisto. Dopo un primo colloquio per appurare le denunce l’operazione è proseguita nella mattinata di mercoledì quando i vigili, accompagnati da due veterinari dell’Universita’ di Bologna, hanno ispezionato l’azienda trovando cani spaventati e stipati ovunque, addirittura nel fienile e nel sottotetto dello stabile. I cani che non erano rinchiusi nelle gabbie apposite vivevano in minuscoli box fatti a mano, stretti e lunghi, inadatti al loro contenuto tanto che i cani si potevano muovere a fatica. Dopo un’analisi dei veterinari sul comportamento e la salute dei quattro zampe e’ scattata la denuncia per maltrattamenti.

La “fattoria” e’ stata posta sotto sequestro perché non idonea ad ospitare un alto numero di cani, gli operatori della municipale hanno portato gli esemplari in vari canili della provincia di Modena e, visto il cospicuo numero che tocca i quasi 400 cani, anche in altre province. Vi terremo aggiornati sulla vicenda, diffidate e denunciate queste situazioni specialmente quando notate la vendita di cuccioli sotto una certa soglia d’età.

Fonte: Adnkronos

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>