Divano a prova di cane: come scegliere quello giusto

di Redazione 2

divano

Il divano di casa è spesso un richiamo irresistibile per l’amico a quattro zampe, che se autorizzato fin da piccolo, vi trascorrerà sopra molto del suo tempo. I cani del resto amano il comfort, stare comodi e dormicchiare magari in attesa del vostro rientro dal lavoro, al calduccio, magari con un bel cuscino sotto al muso: a casa mia con i miei due meticci succede sempre così, nonostante mi fossi ripromessa di non far salire i cani sui mobili di casa.

Ormai il danno è fatto, il cane ha marcato il divano con il suo odore e lo considera un suo oggetto di proprietà, proprio come la cuccia o la pallina con la quale è solito giocare. Possiamo però evitare che il divano si rovini troppo, scegliendone prima di tutto uno a prova di Fido, resistente e facilmente pulibile. Chi ha animali in casa che hanno questa abitudine, dovrà orientare la sua scelta su un divano in tessuto che sia completamente sfoderabile e assolutamente lavabile, possibilmente composto da pochi pezzi, per rimuovere facilmente polvere e peli. In questi casi il divano in pelle si rivela essere più igienico perchè non assorbe nè macchie, nè i cattivi odori e le polveri che si depositano con il pelo, inoltre può essere lavato in qualunque momento con una spugna umida o gli appositi prodotti in commercio.

Il divano in pelle o ecopelle è la scelta migliore quindi sempre che gli amici a quattro zampe non lo prendano a zampate o non abbiano la brutta abitudine di scavare tra i componenti del divano stesso, perchè in questo caso il materiale si deteriora facilmente. Meglio allora rivestire con un telo arredo il divano, in maniera tale da poter cambiare frequentemente il telo e non sporcare il mobilio.

Foto credits: Thinkstock

Diventa Fan di TuttoZampe!
https://www.facebook.com/TuttoZampe

 

Commenta!

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>