Blitzen, il cane acrobata

di Redazione Commenta

Cane acrobata

Il prossimo vincitore dei Guinness World Record per la categoria “Il cane che salta più in alto al mondo” potrebbe essere un incrocio con un Collie capace di saltare da terra quasi due metri e fare piroette in aria. Il suo nome è Blitzen, ha quattro anni e vive in Scozia con la famiglia Clark dopo essere stato adottato da un rifugio dopo la morte del suo padrone.

La mamma della famiglia Clark, Stacy, ha dichiarato al Daily Mail:

“Arriva a saltare fino a 186 centimetri, il Guinness dei primati di salti canini è di 177 centimetri. E in aria fa piroette e piccoli salti mortali, è incredibile. Non glielo abbiamo insegnato, ha iniziato a saltare da solo. Tutto è iniziato cercando di acchiappare gli schizzi d’acqua che i bambini facevano giocando al mare, adesso cerca di prendere al volo qualsiasi cosa venga tirata in aria, facendo vere e proprie piroette.
Sembra che stia danzando e la gente si ferma a guardarlo a bocca aperta. E’ instancabile e continuerebbe per tutto il giorno, adora giocare con i miei figli. – continua la signora Clark – Ha superato il precedente record di salti e siamo molto orgogliosi di lui. Prima di assegnargli il primato, dovrà ripetere i salti davanti ai giudici del Guinness, ma siamo certi che ce la farà”.

Il collie saltatore infatti parteciperà alla classica versione dei Guinness World Record sfidando l’attuale record di 177 centimetri.

Prima di essere adottato il salterino Blitzen è stato trovato per strada da alcuni volontari, all’epoca aveva circa un anno, accucciato accanto al corpo senza vita del suo padrone, un anziano senza tetto.
Il giovane Blitzer rischiava di morire ma fortunatamente è stato salvato e successivamente adottato dai Clark che gli hanno restituito la voglia e la gioia di vivere e, a quanto possiamo vedere, di saltare più in alto che può.

Fonte

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>