Atassia canina, cause sintomi e cura

di cinzia iannaccio 1

L’atassia canina è, come nell’essere umano, una condizione neurologica caratterizzata da una perdita di coordinazione nei movimenti. Nel cane questo comporta con una maggiore evidenza, un senso di sbandamento nell’andatura. Scopriamone insieme i sintomi rivelatori, le cause e le possibilità di trattamento.

atassia canina cause cure sintomi


I tipi di atassia canina

E’ possibile dividere l’atassia in tre grandi gruppi in base alla clinica: l’atassia sensoriale (o propriocettiva), vestibolare e cerebellare. In tutte e tre le tipologie, Fido modifica il proprio modo di muoversi, perdendo la coordinazione degli arti, ma nell’atassia vestibolare ed in quella cerebellare sono colpiti anche i muscoli del collo e della testa.  L’atassia sensoriale si ha quando il midollo spinale viene lentamente e progressivamente compromesso. Quella vestibolare è invece caratterizzata da un danno al nervo vestibolo cocleare, ovvero a quello che trasporta le informazioni relative all’equilibrio dall’orecchio al cervello. Danni in quest’area possono quindi dare difficoltà di coordinazione nei movimenti, perdita di equilibrio e problemi di udito e strani e mutevoli movimenti degli occhi. L’Atassia cerebellare si identifica invece con un’attività motoria scoordinata degli arti, della testa e del collo, tremore e ondeggiamento del busto.

 

Sintomi di atassia nel cane

In generale è possibile identificare una serie di sintomi che devono indurre ad un approfondimento diagnostico ed indirizzare il veterinario verso una diagnosi di atassia. Questi sono:

  • Debolezza degli arti
    . Può colpire uno, due, o tutte e 4 le zampe
    . Può interessare solo le zampe posteriori, o le gambe su un lato del corpo
  • Il cane inclina la testa da un lato
  • Non sente
  • Inciampa, cade, ondeggia/ barcolla mentre cammina
  • Sonnolenza eccessiva
  • Cambiamenti nel comportamento
  • Movimenti oculari anormali
  • Mancanza di appetito a causa di nausea (sintomo di cinetosi dovuto alla perdita di equilibrio interno)

 

Cause

La causa riguarda sempre il danneggiamento di quelle aree cerebrali legate al movimento (cervelletto, sistema nervoso centrale e/o periferico vestibolare). Possono dipendere da malattie neurologiche degenerative, vascolari o da traumi improvvisi, oppure svilupparsi in seguito a infezioni, cisti, tumori, intossicazione da farmaci, metalli pesanti o altre sostanze, che vanno ad intaccare questi preziosi organi. Si ritiene in alcuni casi vi sia anche una risposta infiammatoria autoimmunitaria, oppure non sempre è possibile identificare una causa precisa.

Diagnosi

E’ importante in casi sospetti rivolgersi precocemente ad un veterinario di fiducia a cui raccontare la storia clinica del cane evidenziando l’inizio dei sintomi e dei possibili incidenti che potrebbero aver preceduto tale condizione. Il veterinario ordinerà test standard, tra cui un profilo chimico del sangue, un esame emocromocitometrico completo, uno delle urine e un controllo degli elettroliti.

Tecniche di Imaging sono fondamentali per determinare se la malattia è localizzata al sistema periferico vestibolare, al midollo spinale, o al cervelletto: con la TAC, la risonanza magnetica la mielografia e/o i raggi x alla colonna vertebrale. L’ecografia addominale dovrebbe essere eseguita per controllare il fegato, rene, surrene e le funzioni pancreatiche.

Se si sospetta che la malattia sia nel sistema nervoso, potrebbe essere prelevato un campione di liquido cerebrospinale da analizzare in laboratorio.

 

Trattamento e cure

I pazienti possono solitamente essere trattati in regime ambulatoriale a meno che l’atassia non sia estremamente grave o la causa della atassia non metta a rischio di vita il cane. La cura si baserà sulla causa sottostante della malattia. Diminuire o limitare l’esercizio del cane, se il veterinario sospetta una malattia del midollo spinale. Assicurarsi di controllare sempre l’andatura del fedele amico dell’uomo. Se cambia e diventa debole, contattare subito il veterinario.

Leggi anche:

Displasia all’anca, ovvero quando il cane zoppica

Sindrome di Wobbler nel cane, sintomi e cura

 

Fonte: Pet Md

Foto: Thinkstock

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>