Asilo per le tartarughe Caretta Caretta

di Redazione Commenta

caretta-caretta2

Lungo la costa Ionica in Calabria nel 2008 venne istituito il primo asilo italiano per le tartarughe della specie Caretta Caretta: la zone adibita ad asilo per questi splendidi animali è lunga circa 5 km ed è stata realizzata  grazie alla collaborazione della Commissione Europea, del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, la Regione Calabria e la Provincia di Reggio Calabria.

La zona è considerata un vero e proprio sito di nidificazione del nostro Paese per le tante femmine che arrivano a deporre le uova ogni anno: l’asilo rientra nel più vasto programma per la conservazione delle tartarughe marine in Italia denominata Tartanet.

Dopo questo primo esperimento, importante ed innovativo nel suo genere, sono state altre le strutture che hanno deciso di creare asili per le Caretta Caretta: in particolare dalla collaborazione tra l’Acquario di Cattolica e l’Acquario di Genova, nasce l’asilo delle tartarughe, un luogo nato per ospitare giovani tartarughe marine durante le fasi più vulnerabili della loro vita. L’Asilo è un ambiente protetto che potrà garantire a una o a più giovani tartarughe, un periodo di convalescenza prima di essere reintrodotte in natura.

Una volta recuperate e curate le piccole tartarughe verranno ospitate e nutrite nel nuovo Asilo all’Acquario di Cattolica, dove lo staff acquariologico si impegnerà a monitorare le variazioni di peso e taglia dei vari esemplari fino a garantirne un perfetto stato per affrontare il mare aperto.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>