Animali in famiglia (e fuori), un libro sugli amici a 4 zampe

di Tippi Commenta

Animali in famigliaSi chiama Animali in famiglia (e fuori), ed è una guida per tutelare giuridicamente i rapporti con gli animali da compagnia. Il manuale è di facile consultazione e analizza diversi casi per offrire soluzioni pratiche. Gli cani, gatti, conigli e tartarughe, infatti, partecipano alla nostra società e alla pari di ogni altro cittadino hanno diritti e doveri.

Chi vive con gli animali d’affezione deve rispettare, non solo per legge, le regole civili e prestare attenzione ai bisogni del suo amico a 4 zampe. È tenuto anche a rispondere per il suo comportamento. Nel libro è possibile trovare tutto quello che c’è da sapere per vivere in famiglia, in condominio e in società con il proprio peloso: dalle fondamentali leggi e diritti orami acquisti dagli animali domestici, ai loro rapporti sociali (iscrizione all’anagrafe canina, rumori molesti, ecc.); dalle responsabilità e rischi connessi al possesso, alle potenzialità e ai vantaggi delle assicurazioni pensate appositamente per loro; fino alle indicazioni da consultare prima delle vacanze o di un viaggio in compagnia del proprio pet con un’utile lista delle principali strutture pet-friendly.

Il libro, che è disponibile anche in versione e-book, è arricchito da un ampio aggiornamento sulla legislazione italiana e internazionale con le leggi più recenti sull’argomento. L’autore di Animali in famiglia (e fuori) è Mario Riccardo Oliviero, laureato in Giurisprudenza e giornalista giuridico. La relazione uomo-animale ha radici molto antiche ed è sempre più regolata dalla legge. Questo libro può essere un supporto per chi desidera saperne di più sull’argomento e tutelarsi ad esempio in caso di minacce dei vicini a danno del proprio dell’amico a 4 zampe.

Via e Photo Credit| Sonda Editore

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>