Animali domestici, cosa fare in caso di divorzio

di Redazione 2

In caso di divorzio o separazione, l’animale domestico si trasforma spesso in oggetto di contesa alla stregua di un vaso cinese. Solitamente viene considerato un bene che appartiene al proprietario legittimo ovvero a chi lo ha acquistato o ricevuto in dono o comunque più fortemente voluto.

Non vogliamo entrare nel merito di questioni legali quanto piuttosto spingere ad un’attenta riflessione quanti stanno pensando di ingaggiare una battaglia a suon di avvocati non tanto per avere con sé il cane piuttosto che il gatto di famiglia per motivi affettivi, quanto piuttosto per assestare l’ennesimo colpo a proprio favore contro l’ex coniuge o l’ex convivente.

E’ essenziale porsi alcuni interrogativi cruciali su chi sia, a conti fatti, il vero proprietario, prima di procedere.

  • Quanto avete badato all’animale domestico da quando è entrato nella vostra famiglia? Più o meno del vostro partner?
  • Potete ancora affrontare le spese relative all’alimentazione, alla cura ed alla salute del pet?
  • Se avete già un altro compagno/a, vi siete già assicurati che ami gli animali?
  • Se lascerete la casa in cui l’animale ha vissuto sinora, siate consapevoli che potrebbe faticare ad adattarsi al nuovo ambiente e ci vorrà molto tempo e tanta pazienza.
  • Se vi trasferite in un condominio, assicuratevi che sia pet-friendly.
  • Se durante le vacanze o delle brevi trasferte di lavoro eravate abituati a lasciare il cane o il gatto alla cura del coniuge piuttosto che di familiari, amici o parenti vicini alla vostra coppia, dovrete valutare se sarà ancora possibile farlo e avere tutta questa libertà di movimento, soprattutto se non siete rimasti in buoni rapporti con l’ex o se vivete in città diverse e portargli il cane non sempre vi è possibile.

In conclusione, l’essenziale è agire sempre nell’interesse dell’animale che è in grado di percepire le emozioni e la tensione dei proprietari, così come di soffrire l’ansia da separazione o un trauma psicologico provocato dalle difficoltà di adattamento ad un nuovo ambiente, specie se è anziano.
Se il vostro tuttozampe ha sempre ricevuto più coccole, cure ed affetto dal vostro ex partner e tra loro c’è un legame pressoché indissolubile, non cercate di separarli solo per risanare il vostro orgoglio ferito. Le coppie scoppiano, ma un animale è per sempre

[Foto 2: Daniel Marsula]

Commenta!

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>