Gastrite nel cane

di Paola P. 14

gastrite nel caneGastrite è un termine generico usato per descrivere l‘infiammazione del rivestimento dello stomaco. Il sintomo più comune associato a gastrite è il vomito. Anche se i sintomi possono essere lievi e auto-limitanti (in grado di andare incontro a risoluzione spontanea senza alcun tipo di intervento), in alcuni casi, possono essere debilitanti e persino mettere in pericolo la vita del cane, necessitando di ricovero e di cure intensive.

La gastrite acuta è caratterizzata da vomito che perdura da almeno sette giorni.
La gastrite cronica è caratterizzata da vomito che si protrae per più di una o due settimane. Ci sono una varietà di cause scatenanti la gastrite, alcune associate a vomito acuto e altre a vomito cronico.

Cause della gastrite acuta.

  • Intossicazioni alimentari (ingestione di cibo avariato, corpi estranei, materiale vegetale, capelli o eccesso di cibo)
  • Intolleranze o allergie alimentari
  • Ingestione di sostanze irritanti o tossine (fertilizzanti, detersivi, piombo)
  • Farmaci (aspirina, antibiotici, steroidi)
  • Agenti infettivi (virali, batterici, parassitari)
  • Shock o sepsi (infezione sistemica)

Cause della gastrite cronica.

  • Esposizione prolungata (o ingestione) ai fattori elencati per la gastrite acuta
  • Malattie infiammatorie intestinali
  • Cancro dello stomaco

Ci sono alcune malattie sistemiche che possono essere associate sia con la gastrite acuta che con la gastrite cronica. Queste includono insufficienza renale, malattie del fegato, ipoadrenocorticismo, malattie neurologiche e ulcere. Sia i cani che i gatti possono essere colpiti, indistintamente maschi e femmine. I giovani solitamente sono esposti maggiormente ad ingestione di materiale estraneo e dunque hanno più probabilità di sviluppare una gastrite acuta. La gastrite cronica, al contrario, si riscontra un po’ in tutte le età.

Sintomi.

  • Vomito eccessivo
  • Vomito con perdita di sangue
  • Mancanza di appetito
  • Debolezza
  • Perdita di peso
  • Diarrea
  • Melena, l’emissione di sangue digerito attraverso l’ano con le feci, che assumono un colorito nerastro (feci picee).

Diagnosi.
cane gastriteMolti casi di gastrite acuta sono di breve durata, si risolvono facilmente, e un’ampia valutazione diagnostica è raramente necessaria. Gli esami diagnostici più approfonditi dovrebbero essere eseguiti nei cani che presentano sintomi gravi o cronici, o che presentino sintomi di una malattia sistemica (che interessa l’organismo nella sua totalità). Una storia clinica accurata e un esame fisico è di fondamentale importanza prima della valutazione diagnostica, che può comprendere uno o più, o tutti, tra questi esami:

  • Emocromocitometrico completo (CBC), profilo biochimico, analisi delle urine e analisi delle feci
  • Radiografie addominali (raggi X e contrasto radiografico)
  • Test del parvovirus nei cuccioli
  • Ecografia addominale
  • Endoscopia

Trattamento.
Ci sono diverse cose che il vostro veterinario può raccomandare per il trattamento sintomatico del vostro cane. Gli obiettivi principali della terapia sintomatica sono ristabilire e mantenere l’equilibrio idro-elettrolitico, e di far riposare completamente il tratto gastrointestinale.

  • Non introdurre cibo per via orale per parecchie ore, con una graduale introduzione di acqua seguita da una dieta leggera
  • Terapia fluida (via endovena) e idro-elettrolitica come indicato nel caso di disidratazione
  • Antiemetici (farmaci che diminuiscono la frequenza del vomito e/o i sintomi fastidiosi legati al vomito)
  • Antiacidi (farmaci che neutralizzano la produzione di acidi nello stomaco)
  • Protettori gastrici

gastrite cronica nel caneCure a casa.

La raccomandazione principale è quella di non continuare a somministrare cibo e acqua al cane se non avete ancora contattato il veterinario, dalla comparsa dei primi sintomi. Dopo aver ricevuto la terapia, somministrate i farmaci e fate seguire al cane la dieta indicata dal vostro veterinario. Osservate il cane con molta attenzione. Se i sintomi non sono in miglioramento, e/o il vostro cane sta peggiorando, sarebbe meglio portare il cane nuovamente dal veterinario.

[Fonte: Petplace.com]

Commenta!

Commenti (14)

  1. Buonasera,
    la mia Bulldog Inglese mesi fa ha avuto una forte gastrite che abbiamo curato con successo (omeprazolo e carne di manzo)
    Ultimamente ho cambiato cibo (agnello) e qualche volta vomita nuovamente ora non riesco a capire se sta tornando la gastrite e se devo cambiare nuovamentde cibo

    1. Cara Angela, solo il veterinario potrà consigliarti la dieta più indicata per la tua amica a quattro zampe, cui facciamo un grosso in bocca al lupo!

  2. Ciao sono un volontario di un canile privato dove abbiamo circa 90 cani , una settimana fa mi hanno consegnato quattro cagnolini di circa tre mesi , premetto che erano molto vivaci , dopo una settimana ho notato che uno dei cuccioli non mangiava è ho ritenuto opportuno portarlo a casa mia . Durante la notte ho notato che il cane vomitava sangue , non descrivo la puzza ma vi assicuro che era inrespirabile , lo portato subito ao veterinario il quale mi ha detto che era gastro interite acuta e ha fatto un flebo che non ricordo il nome con una puntura di cortisone , detto cio la sera pultroppo ho visto il cane che stava in agonia e dopo un paio d’ore è morto .
    Preoccupato da ciò ho subito disinfettato la cuccia dove era con i suoi fratellini per precauzione , ma dopo due giorni un altro cane stava alle stesse condizioni , subito gli abbiamo fatto una flebo e cortisone non gli abbiamo dato da mangiare e medicine contro il vomito , la mattina pultroppo anche lui è morto , ora vi chiedo disperato cosa posso fare ? il veterinario dice che è gastro interite e che va curata come tale , ma secondo me ce qualcosaltro , annoto anche il fatto che i cani come detto da chi ce la consegnati sono stati sverminati , ma ho notato che nelle feci di un cane un corpo estraneo , tipo un filo doppio trasparente , in poche parole un verme lungo circa dieci centimetri colore bianco trasparente , preciso anche che vanno a diarrea e vomitano sangue puzzolente , che cosa sara? mi potete aiutare , vi lascio anche il mio numero cel per contatto urgente , cel 3476485843

    1. ciao Francesco, purtroppo una diagnosi a distanza è impossibile..prova a sottoporre i cani all’attenzione di una altro veterinario per maggiore sicurezza e per avere una diagnosi precisa. in bocca al lupo ai pelosini!

    2. Non posso che darti lo stesso suggerimento di Giulia.

  3. ciao ragazzi volevo informarvi che di tutti i cuccioli solo uno si è salvato , lo portato in un centro specializzato della mia provincia , vi confesso che mi è costato una cifra se avrei saputo tanto che sarei riuscito a salvare anche gli altri non mi sarei tirato in dietro . Vorrei solo sapere tutti questi veterinari che ci sono in giro che fanno diagnosi a istinto senza nessun esame chi gli ha dato il permesso di fare il dottore , vi garantisco che ne ho girati tanti nel mio paese e tutti facevano solo sperimentazioni, dai questo vedi con questo prova anche questo e intanto i cuccioli morivano , io sanzionerei chi maltratta gli animali chi li abbandona chi fa esperimenti e tutti quei veterinari messi la solo per fare soldi , un saluto a tutti

    1. Ciao purtroppo sono d’accordo con te spesso i cani diventano cavie dei veterinari,ma non solo i cani come beb sai!Io sto ancora lottando con i problemi del mio maltesino,ma che posso farci???Un cane che è stato tolto alla madre troppo presto,questo e’ il reale problema….speriamo bene.
      @francesco:

  4. buonasera,
    il mio pastore tedesco di 2 anni (Max) da un paio di giorni vomita…
    a distanza di ore dal pasto ha la crisi vomito e il cibo lo rigurgita quasi integro…
    lui normalmente mangia crocchette e siccome è anche goloso x accontentarlo nella dose di crocchette aggiungo anche un paio di wursterl a pezzetti…
    di norma non ha problemi digerisce bene e altrettanto bene va di corpo, due tre volte al giorno… quindi questa situazione mi sta preoccupando un po’… ho contattato il veterinario il quale mi ha diagnosticato una probabile gastrite e mi ha consigliato le cure del caso… una puntura di plasil al mattino e una la sera e riso in bianco stracotto come alimentazione…
    in base a quello che ho scritto vorrei dei pareri…
    è la prima volta che mi trovo in questa situazione e sono un po’ in ansia…

    1. Non siamo veterinari e possiamo parlare solo per esperienza diretta. Il vomito può essere provocato da tante cose, anche un’influenza intestinale che passa nell’arco di 48-72 ore. Se così non accade il veterinario lo deve rivedere e ricontrollare. Il plasil serve a farlo vomitare meno, ed evitare che si disidrati ed indebolisca troppo. Farei altrettanto. Quindi ti consiglio di stare tranquilla ed aspettare che passi, ancora un paio di gg.

    2. @eva: Cara Eva spero che il tuo cucciolotto stia bene, ma volevo raccontare la mia esperienza, perche anche il mio cagnolino meticcio Balù 2 mesi fa ha cominciato a vomitare e ad avere diarrea. nell’arco di 24 ore è peggiorato, era un sabato sera e il veterinario di turno era un ragazzino neo laureato che non riusciva neppure a visitare il cane. fortunatamente la domenica ho trovato una clinica valida che lo ha ricoverato, somministrato antibiotici, reidratato, ed eseguite tutte le analisi che servivano. diagnosi una gastrointerite, probabilmente batterica. Credetemi, il cane è vivo per miracolo, e la cosa impressionante è la rapidità con cui i sintomi sono peggiorati. Consiglio a tutti di non sottovalutare il vomito e altri sintomi, potrebbero essere fatali. Come potrebbe esserlo un veterinario incompetente. consiglio di informarsi subito quali sono i medici della zona validi, perchè nell’urgenza non c’è davvero il tempo di sperimentare. Ah, dimenticavo di dire, che il sabato sera nessuna farmacista di turno ha voluto raggiungere la farmacia per vendermi i fermaci per il cane!!!!! penso sia scandaloso.

    3. salve, mi chiamo Giulia, e ho 2 cuccioli di segugio di 4 mesi che da 3 giorni stanno male, il primo giorno hanno vomitato il cibo, ma questi 2 giorni hanno vomitato solo acqua e schiuma giallastra, il veterinario dice che e’ gastrite e mi ha prescritto delle punture da fargli ogni sera, e’ gia’ 2 giorni che gliele faccio, ma non vedo miglioramenti, ansi, forse stanno peggiorando, non mangiano nulla da piu’ di 72ore e da vederli belli pimpanti ora non si muovono praticamente piu’, stanno tutto il giorno a sedere e col musino chinato, cosa posso fare??? come posso fare per farli mangiare qualcosa? sono dimagriti veramente tanto, il veterinario m’ha detto di fargli mangiare riso in bianco e per invogliarli a mangiare gli ho agginto un po’ di scatoletta gastro intestinal della royal canin, ma non mangiano nemmeno quella. come mi devo comportare? GRAZIE.

  5. Buona notte sono le 02 è sono sveglia per capire cosa possa avere la mia povera miticcia è da 3 settimane che sta male aveva vomito è un forte brontolio al pamcino il veterinario dice (gastrointerite) la cura ma niente dopo vari tentativi la richiamo per sapere il da farsi non risponde alla fine mi dico che mi richiama lei aspetto niente è così cambio veterinario mi cambia le medicine medicine è va in dierrea il giorno dopo la riporto mi cambia ancora medicina è le inizia a gare la feblo è una puntura è il 3 giorno che le fa la feblo adesso non fa più la cacca ma è normale? E poi il pancino le brontola ancora lei mangia volentieri la bistecchina di tacchino però non ha nemmeno lo stimolo. E per il brontolio dice il veterinario che è normale che prima che le passa ci vuole un bel po di tempo non so più cosa pensare anche perché questo veterinario non lo conosco.

    1. E’ difficile risponderti. Solo un veterinario te lo può dire…ma se non ti convince …..cambialo, prova un altro consulto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>