Uccelli domestici: i più diffusi

di Francesca Spanò Commenta

Se per gli italiani possedere un amico a quattro zampe, che sia un cane o un gatto, è quasi d’obbligo seppure piacevole, non solo poche le famiglie che allevano pure degli uccellini domestici. In particolare, sembrano essere i bambini i più appassionati del genere, con queste creature cinguettanti e allegre, con il becco giallo e un pumaggio tutto da accarezzare. Ne esistono moltissimi esemplari e tipi che si possono tenere in gabbia, anche se farli vivere in natura sarebbe sempre l’ideale, vediamo insieme quali sono quelli che più facilmente troverete nell’abitazione di un amico o un parente:

  • Il parrocchetto monaco: le sue origini sono legate al Sud America, vola con molta agilità ma emette frequentemente un suono piuttosto penetrante.
  • Il canarino Lancashire: grazie a lui sono nate tutte le specie ciuffate attualmente conosciute.
  • il canarino York: prende il nome dalla nota contea inglese ed è molto elegante nell’aspetto e piuttosto snello.
  • L’Amadina Testa Rossa: piuttosta solitario, adora però fare il bagno e arriva dal Sud Africa.
  • L’Amadina Fasciata: si tratta di un uccello esotico che presenta una lunga striscia di colore rosso sangue sotto il collo. Tale caratteristica le ha fatto guadagnare il nome di  “Gola Tagliata”.
  • Il pappagallo: è un essere vivente le cui origini si perdono nella notte dei tempi. I suoi resti fossili, infatti, sono stati ritrovati in Gran Bretagna ed in Francia.Adesso è diventato un ottimo animale da compagnia grazie alle sue capacità vocali.
  • Il canarino domestico: è il più diffuso e largamente allevato da allevatori ed ornitofili. Si è evoluto piuttosto velocemente e il suo vero antenato ancora adesso vive nelle isole Canarie.
  • Il Diamante di Gould: ricco di colori è certamente il più ricercato dagli appassionati e dagli allevatori. E’ originario dell’Australia Settentrionale e vive in ampie praterie e boschetti dove non mancano alberi e corsi d’acqua.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>