Divieto di portare cani nel giardino condominiale, è giusto?

Richiesta di consulto legale: Gentile avvocato, vivo a Bologna in un condominio autogestito e ci occupiamo noi condomini della cura, manutenzione e pulizia del condominio. Ieri mattina uno dei membri del comitato di gestione, ha affisso nelle scale un comunicato in cui chiedeva di non portare più i cani nel giardino condominiale in quanto riservato a bambini, condomini e familiari e di non usare i cestini dell’immondizia condominiali per i sacchetti con le feci dei cani. Mi chiedo, è giusto impedire l’utilizzo del giardino quando si è accompagnati dal proprio cane? Nel momento in cui nel giardino sono da solo, e quindi non vi sono altri condomini a cui potrei arrecare loro fastidio, mi devo comunque astenere dall’utilizzo del giardino in compagnia del mio pet?

8 motivi per dare pet figli

Il cane deve pagare il condominio?

cane paga condominioIl cane può pagare il condominio? O meglio, può essere richiesta una maggiorazione sulle spese del condominio ad una famiglia in cui è presente il cane? E’ una domanda che sembra assurda ma che nasce da fatti di cronaca quotidiana di intolleranze condominiali.

Cani e gatti in condominio, sarà vietato vietarli

Cani gatti condominio vietato vietarli

Finalmente arriva il Sì agli animali in condominio. Da oggi, dunque, vietare la presenza di cani, gatti e qualunque altro animale domestico tra le mura di casa sarà vietato. La notizia ci rende davvero molto felici e senza dubbio è una grande vittoria per tutte quelle famiglie che vivono con gli amici a 4 zampe e non sono poche!

Il cane e l’ascensore: istruzioni per l’uso

cane in condominio

Una delle maggiori problematiche che i condomini proprietari di animali domestici si trovano a dover affrontare, consiste nell’uso dell’ascensore comune con il proprio amico a quattro zampe. La questione è stata ampiamento dibattuta, soprattutto nelle aule di udienza, cerchiamo di vedere insieme al normativa cosa prevede a riguardo e quali soluzioni adottare. In generale per il trasporto dei cani in ascensore bisogna attenersi al regolamento condominiale contrattuale: questo può vietare l’uso dell’ascensore con il cane oppure può prevederlo non disponendo nulla a riguardo.

Se invece esiste un regolamento non contrattuale che lo vieta, si può proporre la modifica in sede assembleare, che dovrà essere approvata a maggioranza degli aventi diritto, trattandosi di un impianto di uso comune. Per ragioni igieniche o di convivenza il regolamento potrebbe vietare di portare gli animali in ascensore: in difetto di delibera si segnala che sarà possibile riccorrere al giudice di pace competente in materia di modalità d’uso dei servizi di condominio ex art. 7 del codice di procedura civile.

In ogni caso, il cane potrà essere introdotto nell’ascensore se munito di guinzaglio e museruola: le maggiori problematiche legate a tale tema sono relative all’odore emanato dagli animali (a detta della scrivente, molte volte più piacevole di quello di tante persone). In tal caso, per evitare spiacevoli complicazioni e rimostranze, meglio munirsi di deodorante da spruzzare all’interno della cabina quando il cane fuoriesce. Si ricorda che l’ascensore non può in nessun modo essere vietato al non vedente accompagnato dal proprio cane guida, che ha libero accesso a tutte le strutture e pertinenze relative.