E’ tutto pronto: sta per riaprire l’acquario di Livorno

di Francesca Spanò Commenta

acquario

E’ impossibile non provare delle emozioni quando ci si trova davanti ad enormi vasche al cui interno si trovano pesci così rari e particolari che, senza questa occasione, chi non è esperto di immersioni, non potrebbe mai vedere di presenza nel corso della propria vita. L’acquario di Livorno rappresenta una di queste strutture dove ogni essere vivente ritrova il suo habitat naturale e, nel frattempo, permette ai visitatori di acquisire nuova cultura, riguardo alle tante specie che il mare conserva nelle sue profondità. Ormai è tutto pronto e il 31 luglio, questa struttura riaprirà, alla presenza del Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. Al suo interno, le caratteristiche tecniche sono di tutto rispetto: tremila metri quadrati su due piani, 20 vasche, 150 specie per un totale di almeno 1200 animali. Ma i grandi numeri, non sono finiti qui, visto che sarà allestito uno spazio per organizzare delle mostre a tema e si potrà usufruire di una terrazza di mille metri quadri con vista sul lungomare. In quanto a vastità, insomma, è il secondo dopo Genova e Cattolica.

L’acquario fu costruito nel 1937 e per 11 anni è rimasto chiuso. Per la ristrutturazione attuale, sono stati spesi ben 10 milioni di euro, ma si calcola che si potrebbe raggiungere un’affluenza annuale di circa 150 mila visitatori. In più, oltre alla struttura vera e propria, all’interno del progetto iniziale è prevista la nascita di una zona commerciale e una di ristorazione. L’area comprenderà due piani per una superficie totale di 700 mq. Tuttavia la sua sistemazione sarà pensata in un secondo momento.

Ad agosto, invece, in occasione del periodo più intenso dell’estate è prevista una apertura prolungata salle dieci a mezzanotte. L’evento riguarda il cosiddetto “Effetto Venezia”, dal primo all’otto del mese e, in più, nel corso della notte di San Lorenzo è in programma una serata enogastronomia dal titolo “Calici sotto le stelle”. A gestire l’acquario ci penserà la Costa Edutainment Genova.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>