Rimedi naturali per i piccoli disturbi dei cani e dei gatti

di Redazione 3

cani

Le infezioni, le allergie e le irritazioni, purtroppo, non conoscono stagioni e neppure specie e gli amici a quattro zampe sono soggetti a questi piccoli disagi esattamente come gli esseri umani. Per ogni disturbo, però, non è il caso di correre dal veterinario, soprattutto se non si tratta di nulla che abbia una qualche rilevanza medica e, molto spesso, i classici rimedi della nonna sono persino risolutivi del caso. Ma se non siete sicuri o avete paura di sbagliare, allora meglio chiedere consiglio ad uno specialista.

  • Nel caso di piccole infiammazioni del cavo orale come le gengiviti o le stomatici, ad esempio, la Proproli, in tintuta madre è perfetta e questo anche quando si presentano i primi problemi alle vie respiratorie. Ogni dodici ore, magari con aggiunta di zucchero e miele, si può passare sulla parte lesa, ma con un gatto sarà difficile riuscirci.
  • nel caso di diarrea, invece, si possono acquistare i fermenti lattici, spruzzandoli in bocca nella quantità di una fiala, due o tre volte al giorno. Va bene pure l’argilla verde ventilata in compresse, per il suo potere assorbente e disintossicante. Al gatto ne vanno somministrate due compresse al giorno, al cane da 4 a 6. Questo, però, solo se il problema, non ne nasconde altri ben più gravi.
  • per i cuccioli che devono crescere e per le femmine in gravidanza, si può preferire Tricalcarea, un prodotto omeopatico. Si utilizza per un mese due volte al giorno.
  • contro le micosi, meglio conosciute come funghi, si può spalmare un poco di pomata alla calendula e lo stesso vale per le piccole ferite.
  • per pulire gli occhi, infine, è ottima Eufrasia TM, 20-25 gocce in due dita di acqua e mai senza diluirla. Mettetela in una tazzina pulita e una volta al giorno, dopo aver lavato le mani, prendete del cotone idrofilo e procedete .

Commenta!

Commenti (3)

  1. ieri sera la mia gattina si deve essere irritata l’occhio con qualcosa o con una pianta o un braccialetto…e fa fatica a tenerlo aperto…xo’ x fare l’agguato lo sgrana quasi bene…cosa possiamo farle?e stamattina era un po’ mogia mogia…probabilmente e’ l’effetto dell’antibiotico dopo la sterilizzazione eseguita giovedi…premetto che e’ una piccola peste e gia’ dall’altra sera ha ripreso a saltare…se persiste questo fastidio all’occhio che possiamo fare???meglio chiamare la dottoressa che non puo’ vedere dopo l’anestesia?

    1. meglio portarla dal veterinario di fiducia per una visita, spesso i gatti se vivaci si cacciano in tante situazioni strane e potrebbe essersi infilata qualcosa nell’occhio! in bocca al lupo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>