Riccio, che cosa fare se si trova un esemplare

di Fabiana Commenta

Sempre più spesso capita di imbattersi in qualche esemplare di riccio anche nei centri abitati, ma come comportarsi nel momento in cui troviamo un esemplare del genere?

Tendo conto che si tratta di animali selvatici tutelati dalla legge che non possono essere spostati o trattenuti e che devono essere riconsegnati ai Centri  recupero animali selvatici (Cras) della zona di appartenenza, ma come comportarsi nel momento in cui troviamo un riccio?

10 animali felici strappa sorrisi (FOTO)

Innanzitutto avrete notato che i ricci escono dalla tane solo nelle tarde ore del pomeriggio e si spostano la notte per cui se troviamo un riccio di giorno probabilmente è segno che qualcosa non va. 

Devono essere recuperati i ricci feriti, che riportino tagli o escoriazioni evidenti, gli animali barcollanti o che camminano a fatica, sdraiati su un fianco e di fatto non reattivi, quelli che hanno occhi chiusi o incrostati e quelli con le infestazioni parassitari

Sintomi del genere indicano uno stato di malessere del riccio che va soccorso. Non raramente capita poi di imbattersi anche nella cucciolate con la mamma: in questo caso non vanno toccate anche perché la mamma potrebbe spaventarsi e potrebbe anche tornare per accudire i cuccioli perché in cerca di di cibo. Se invece i piccoli sono sofferenti, assaliti da parassiti o mosche, poco reattivi, ma anche “sparpagliati”, tra loro vanno soccorsi. 

I ricci che si trovano sul ciglio della strada, vicino a tombini, trappole o altro possono essere spostati, ma devono essere lasciati nella loro zona soprattutto perché potrebbe trattarsi di una femmina con cuccioli da accudire.

Se sono da trattenere devono essere consegnati ai Cras tutti i ricci che a fine ottobre/novembre non hanno raggiunto il peso di 550/600 grammi dato che non sopravviverebbero al letargo. 

Se trovate un riccio in difficoltà dovrete metterlo in una scatola con i bordi alti (almeno 50 cm) in cui avrete posizionato sul fondo dello scottex e magari anche una bottiglietta di acqua calda. 

Sistemateli in una stanza tranquilla e silenziosa e somministrate acqua e zucchero se la pancia non appare fredda. Ma somministrare nessun farmaco o antipulci fai da te. 

Se avete un giardino ecco qualche piccola accortezza per aiutare i ricci:

• non usare lumachicidi e/o insetticidi tossici anche per loro

• lasciate un mucchio con foglie o fieno

• portate il cibo

• create mangiatoie perché i ricco sono onnivori e mangiano carne, croccantini per gatti, scatolette, no assoluto invece a latte, mandorle, cereali che non si trovano in natura. 

 

photo credits | think stock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>