Lassie, il divo della tv

di Redazione 2

lassie_l

Continuando nella nostra analisi dei cani celebri, come non ricordare Lassie, il collie protagonista di una fortunatissima serie tv? Il vero e storico debutto di Lassie come  attore avvenn nel 1943 a fianco di una giovanissima Liz Taylor: a questa prima performance è seguita una delle serie tv più amate della storia della televisione.

Lassie ha recitato in circa 675 episodi televisivi visti in oltre 50 paesi del mondo e girati tra il 1954 e il 1989, prima in bianco e nero poi a colori. Il nome di Lassie in realtà compare per la prima volta nel racconto di Eric Knight Lassie Come Home pubblicato sul Saturday Evening Post a partire il 17 dicembre del 1938, il titolo sarà mantenuto anche nella trasposizione televisiva.

La storia raccontata nel libro di Knight in realtà è diversa da quella narrata in tv: il fulcro del romanzo infatti è il viaggio affrontato dal cane Lassie per tornare a casa dal suo piccolo padroncino, la cui famiglia aveva venduto il cane per sopravvivere in quanto poverissima. Nella trasposizione tv invece Lassie vive molteplici avventure al fianco del suo padrone, salvando spesso la vita agli altri, dimostrando sempre coraggio e devozione.

Nel corso delle 19 stagioni della serie, Lassie è stata interpretata da sei collie maschi, cinque dei quali erano diretti discendenti di Pal, il Lassie originario. In realtà nella serie tv Lassie sarebbe un cane femmina, ma i produttori preferirono impiegare dei cani maschi in quanto questi ultimi effettuano solo una volta l’anno la muta del pelo, a differenza delle femmine che mutano due volte.

Curiosità: Lassie ha conquistato anche Holliwood, tanto che dal 1960 è presente  nella Walk of Fame di Hollywood, la strada che raccoglie le impronte degli attori più famosi e amati. La leggenda vuole che Lassie abbia condotto una vita da divo, con tanto di appartamento intestato, contratto personale e addirittura gli assegni familiari! Tanto che fu scelto anche per essere il testimonial di una pubblicità al fianco di Lady Bird, moglie dell’allora presidente Lyndon Johnson.

Commenta!

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>