Gatto, come capire se gradisce le carezze

di Fabiana Commenta

Cani e gatti non sono esattamente uguali: mentre i cani adorano essere coccolati e accarezzati, con i felini le cose non sono esattamente uguali. 

Se anche a molti gatti piace essere accarezzati, è anche vero che l’intenzione con l’uomo non è facilissima: il gatto deve abituarsi a interagire con l’uomo, ma deve abituarsi gradualmente. 

I sentimenti del gatto

Affinché il gatto apprezzi le carezze, sono importanti  non solo le caratteristiche umane, anche la personalità, l’essere maschio o femmina e le aree del corpo del gatto che vengono accarezzate. 

Alcuni gatti poi possono reagire in modo aggressivo a un’attenzione fisica indesiderata, ma altri possono tollerare il contatto con l’uomo in cambio di cibo o una casa. 

Come accarezzare il gatto 

Non è dato che il gatto paziente sia anche felice di essere accarezzato, ma esistono una serie di trucchetti per poter accarezzare con successo il gatto. 

Meglio allora far sì che siano i gatti a condurre il gioco cercando e capire se vogliono essere  effettivamente accarezzati o meno o controllare dove e per quanto tempo.

I consigli giusti pubblicati su  su The Conversation per accarezzare con successo i gatti, arrivano da Lauren Robin Finka, della Nottingham Trent University, esperta di comportamento dei gatti. 

E se l’approccio può sembrare un po’ impegnativo e richiede un po’ di autocontrollo da parte dell’uomo, è anche vero che se i saranno i gatti a cominciare le fusa, le coccole dureranno di più. Generalmente i gatti più amichevoli, vorranno essere toccati e accarezzati nella zona delle ghiandole facciali, inclusa la base delle orecchie, sotto il mento e intorno alle guance. Meglio invece evitare la pancia, la schiena e la base della coda.

Come osservare il gatto 

L’importante è imparare ad osservare il gatto: imparate ad osservate la postura del gatto e il loro comportamento. Se le coccole sono gradite, il gatto ha la coda tenuta in posizione verticale e mostra la scelta di iniziare il contatto, le fusa, una postura rilassata, orecchie dritte e rivolte in avanti. Darà anche una piccola spinta se ci si ferma.

Se invece il micio non gradisce le coccole, allontana la testa, resta passivo, non fa le fusa, la pelle resta contratta e il pelo increspato in genere lungo la schiena. 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>