Enpa, la giornata nazionale anti-abbandono

di Emma Commenta

Torna in 130 piazze italiane la Giornata Nazionale anti-abbandono organizzata dall’Enpa: l’appuntamento è fissato per sabato 1 e domenica 2 luglio per la quinta edizione dell’iniziativa.

cane abbandonato

Un’iniziativa importante che si svolge in moltissime piazze italiana da Torino ad Amalfi e la partecipazione di mille volontari della Protezione Animali che saranno impegnati in un weekend intero per informare e sensibilizzare i cittadini italiani su temi legati al contrasto o alla prevenzione del randagismo.

Registriamo comunque una certa inversione di tendenza rispetto al passato. Lo vediamo soprattutto dalla frequenza con cui gli animali vengono adottati presso le nostre strutture, da un rallentamento della velocità di riempimento dei box, da una crescente consapevolezza delle persone con cui entriamo in contatto. Purtroppo ciò non significa che l’emergenza sia stata risolta e si riscontrano ancora situazioni di drammatico squilibrio tra regioni virtuose e regioni inadempienti, specie al Sud. 

spiega Marco Bravi di Enpa che aggiunge qualcosa anche sul nuovo randagismo. Le cose nel corso degli anni in effetti sono un po’ cambiate: se nel 2012 il Ministero della Salute aveva identificati i cani vaganti sul territorio tra italiano in una cifra compresa fra 500mila e 700mila, i dati più recenti mostrano che gli ingressi nei canili nel 2015 sono stati di 100.000 animali.

Esiste però il fenomeno in costante ascesa di nuovi abbandoni.

Non più solo cani, ma anche gatti, tartarughe, iguane, furetti, persino pitoni. Qualsiasi animale cresciuto in cattività, se viene abbandonato è destinato alla morte.

Ricorda Bravi intento a sensibilizzare chiunque in occasione della giornata anti-abbandono.

L’abbandono di animali non è solo un atto eticamente inaccettabile, ma è anche un reato penale. 

 

photo credits | thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>