Coronavirus, come aiutare i cani in quarantena

di Valentina Commenta

La quarantena obbligata a causa del Coronavirus è senza dubbio difficile da vivere per gli esseri umani: altrettanto complessa però può essere per i cani, in molti casi abituati a vivere dinamiche ben diverse da quelle che si stanno sperimentando in questo momento.

cane dorme sul divano

Come aiutare il cane ad affrontare la quarantena

Si è sottolineato spesso di non sfinire di passeggiate il proprio animale cercando di passare il più possibile del tempo fuori, ma vi sono molti casi di cani di appartamento abituati a passare del tempo al parco con il proprio padrone tra camminate e giochi. Un’altra faccia di una medaglia che al momento pesa al collo di tutti. Come fare quindi per assicurarsi che il proprio amico a quattro zampe non soffra della situazione?

In generale, da quel che si è potuto osservare dai racconti raccolti sui social, i cani amano avere i propri padroni a casa: la vicinanza forzata porta a più coccole e compagnia, qualcosa che fa sentire l’animale al sicuro e lo porta a dormire e rilassarsi in modo maggiore rispetto al normale. Fino a che, ovviamente, la voglia di uscire non si fa più forte. Un problema inesistente per coloro che possono contare su grandi terrazzi o un giardino e una criticità importante per chi vive in un appartamento. Come regolarsi quindi?

Prima di tutto rimanendo calmi e pensando a una routine differente per il proprio animale. Ci si deve prendere cura di lui mettendo in atto dei comportamenti che possano aiutarlo a vedere come nuova “normalità” i nuovi ritmi che si è costretti a vivere. Come farlo? Partendo proprio da quelli che erano i vecchi orari di gioco e passeggiata. Sebbene lo spazio nel quale muoversi sia più ristretto a livello di distanze, mantenere le passeggiate nei soliti orari potrà aiutare i nostri cani a non sentire la mancanza di tutta l’attività che faceva prima.

In tal senso il problema può risolversi dando al cane il tempo necessario di fare i suoi bisogni con calma, senza strattoni o fretta. E se si ha paura che l’inattività possa portarli ad accumulare peso si può ritoccare al giusto ribasso la dose di pappa.

Cosa fare se il cane è stressato

cane rilassato sul divano

Se il cane risulta essere stressato o iperattivo è importante non farsi prendere dal nervosismo o dall’ansia: prima dell’emergenza Coronavirus era possibile farli sfogare in modo differente: ora si può puntare su qualche passeggiata in più e ancor meglio inserendo nuove routine per la permanenza a casa.  Gli esperti consigliano di puntare a giochi per i quali il nostro amico a quattro zampe deve sfruttare il proprio fiuto: qualcosa che non solo lo tiene impegnato ma che generalmente rilassa e soddisfa i cani. Se non si hanno dei giocattoli già predisposti per l’inserimento di passeggiata si può lavorare sul crearne alcuni con i rotoli finiti della carta igienica, lasciando che per conquistare il premio il cane si “stanchi” distruggendo il rotolo.

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>