Cani scomparsi nel trevigiano: uccisi e mangiati?

di cinzia iannaccio 1

cani rapiti e mangiatiAgghiacciante, quello che ho appena letto in un comunicato stampa dell’eurodeputato Andrea Zanoni, da sempre attento alla salvaguardia del benessere degli animali. Alcuni cani in provincia di Treviso potrebbero essere stati rapiti, uccisi e mangiati in relazione ad una festa cinese che si celebra il 21 Giugno in occasione del solstizio d’estate. Di fatto, il politico segnala a gran voce una denuncia fatta in questi giorni dalle associazioni Lav, Oipa e Lac (Lega per l’abolizione della Caccia di cui Zanoni è anche presidente per il Veneto)  ai Carabinieri.

Nell’arco di una settimana, a cavallo del 21 Giugno sono scomparsi, rigorosamente intorno alle ore 12,00 in alcune aree del trevigiano almeno 10 cani, sottratti alle loro famiglie, ora disperate. Non è dato sapere se siano stati rapiti anche dei randagi.

La concomitanza temporale insospettisce troppo: coincide infatti con un’antica tradizione ancora in voga in Cina e molto criticata dagli animalisti anche locali in cui si festeggia (in massa) con spezzatino di carne di cane servito con vino di litchi, la ciliegia cinese e liquore di grano. E’ un vero e proprio “Festival della cucina della carne di cane”! In questi contesti molti cani spariscono dalle loro case o dalle strade, tanti altri vengono allevati per l’occasione: si calcola che in un solo giorno ne siano macellati e consumati almeno 10.000 esemplari.

Chiaramente, prima di fare accuse alle comunità cinesi locali o comunque del Veneto, è fondamentale fare chiarezza con delle indagini approfondite: è necessario trovare i cani rapiti o i loro resti, occorre capire che fine hanno fatto e soprattutto comprendere perché e da chi sono stati sottratti. Scrive Zanoni, anche vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli Animali al Parlamento europeo:

“Molte famiglie preoccupate per la sparizione dei loro cani temono seriamente che possano essere divenuti la vettovaglia di qualche banchetto o ristorante. Senza tralasciare l’aspetto che se questo veramente fosse accaduto, configurerebbe un reato gravissimo di maltrattamento e uccisione di animali. Invito le autorità a compiere indagini approfondite.”

Condividiamo e sottoscriviamo anche noi questo appello.

Leggi anche:

Fonte: Andrea Zanoni.it

Foto: Thinkstock

Commenta!

Offerte e promozioni pet

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONTINUA A LEGGERE