Cani molecolari trovano bambina persa nel bosco

di Piera Lombardi 1

A compiere il miracolo sono stati i cani molecolari proprio quando si temeva il peggio. Dispersa nel bosco a soli due anni, è stata ritrovata ieri dopo una notte di ricerche dai cani molecolari del soccorso alpino, provata ma viva, Katia, una bambina di origine romena. Si era allontanata da sola nel bosco mentre giocava davanti casa, nella frazione di Cusciano di Montorio al Vomano, in provincia di Teramo, senza che nessuno se ne accorgesse. E’ stato come cercare un ago in un pagliaio hanno detto i soccorritori. I segugi ci sono riusciti e hanno posto fine a un incubo.

Cani molecolari ritrovano bimba dispersa bosco

Fondamentale è stato il contributo di ‘Piergiorgio’, il bloodhound del Cai abruzzese che già da venerdì sera aveva dato la ‘traccia’. Il cane investigatore però a un certo punto si era fermato perché qualcosa l’aveva disturbato nella ricerca. Ma la direzione era quella giusta, ed è stata poi confermata dagli altri cani molecolari giunti di rinforzo ieri mattina dalle Marche e dalla Lombardia.  
Il fiuto dei cani ha consentito di ritrovare la bambina vicino a una siepe in un piccolo boschetto dove ha trascorso la notte, a circa un chilometro dalla sua abitazione, spaurita ma in buone condizioni. La bambina è stata abbracciata dal papà e dai soccorritori tra il pianto e gli applausi di tutti.
Cani molecolari è il nome giornalistico e non scientifico dato a cani in prevalenza di razza bloodhound, o cane di S.Umberto con grandi capacità di fiuto, in grado di ritrovare persone disperse anche dopo molte settimane. In pratica riescono a fiutare piccolissime particelle che emanano odore delle molecole di chi si cerca.
Per saperne di più sui cani molecolari senz’altro vi interesserà leggere questi post
Photo credit | cityrumors.it

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>