Aggressione tra cani nel parco pubblico: come comportarsi parte II

di Redazione 4

Ieri ci siamo occupati delle aggressioni tra cani nei parchi pubblici, verificando che il proprietario del cane aggredito ha diritto ad ottenere sia il pagamento delle spese mediche, che il danno morale subito in caso di ferite del suo animale, attraverso l’assicurazione (se il cane aggressore lo era) oppure attraverso denuncia penale del proprietario.

Per i danni cagionati dall’animale al terzo, persona o un altro animale, il proprietario risponderà in ogni caso a meno che non dia la prova del caso fortuito, ossia dell’intervento di un fattore esterno idoneo a interrompere il nesso di causalità tra il comportamento dell’animale e l’evento lesivo. Alla luce di ciò il proprietario del cane aggressore sarà tenuto a rimborsare all’aggredito sia le spese veterinarie sostenute, sia il danno morale, ossia il danno derivante dal patimento psicologico che questa situazione ha ingenerato nella proprietaria del cane.

Una parte della giurisprudenza individua tale patimento come danno biologico, da porsi a carico del soggetto responsabile. Nel caso di resposanbilità penale? L’articolo 672 punisce chiunque lasci liberi o non custodisca senza le debite cautele animali pericolosi da lui posseduti o ne affida la custodia a persona inesperta.

In tema di custodia di animali l’obbligo sorge ogni volta in cui sussiste una relazione di possesso o di semplice detenzione tra l’animale ed una data persona: si intende in tal caso come detenzione anche solo materiale e di fatto senza che sussista una proprietà in senso civilistico (Cassazione n. 599 del 1998). La contravvenzione penale configura tre fattispecie distinte: lasciare liberi, custodire senza le debite cautele e affidare a persona inesperta.

E’ importante sottolineare che, ne caso di lesioni cagionate da animali incustoditi, nei confronti di persone, la contravvenzione oggi esaminata ex art. 672 codice penale concorre con il delitto di lesioni personali colpose (Cassazione 29 febbraio 1956 e 13 aprile 1951). Insomma, massima attenzione quando siete in giro con il vostro animale domestico, e ricordatevi di assicurarlo al fine di prevenire ogni possibile conseguenza.

Commenta!

Commenti (4)

  1. volevo chiedere una semplice informazione , io ho un ammendamento da portare il mio cane a passeggio sia con il guinzaglio sia con museruola , per un fatto avvenuto un anno e mezzo fa . A questo punto io chiedo , se io sono a pesseggio con il mio cane tutto regolare , sia museroula quella del tipo addrestamento , con cinturino sotto il muso x antitiraggio , mi capitasse di trovare x starda un cane meticcio senza padroni e questo si avvicina verso di me e io faccio per allontarmi x nn avere problemi , e poi il mio cane lo azzannasse allenatosi la muserola , cosa potrei fare in quel caso ….?? ricordo che ho americanstaff maschio –

    1. Se si avvicina al tuo cane un animale libero e senza guinzaglio in un luogo pubblico (strada, parco..) non è tua la responsabilità dell’aggressione. I cani in aree pubbliche devono sempre essere condotti al guinzaglio e dotati di museruola. Se la museruola si slaccia o si allenta nonostante tu l’abbia chiusa correttamente, si tratta di caso fortuito dunque indipendente dalla volontà e non sanzionabile.In ogni caso, se non l’hai già fatto., ti consiglio di sottoscrivere un’assicurazione di responsabilità civile per il cane, per essere sicuri e dalla parte della ragione in ogni evenienza. Buona serata!

  2. Salve,sono nuovo del forum,ho un problema il mio cane
    un cane corso femmina di 12 anni ha aggredito un cane ,specifico bene che l altro cane ,un meticcio di media taglia era al guinzaglio della sua padrona NELLA MIA PROPRIETÀ ,un campo ,senza recinzione ma cmq di mia PROPRIETÀ ,dovè di regola non dovrebbero portarci i cani in giro tutti..
    Cmq il mio era senza guinzaglio ma c è lo porto tutti i giorni a fare i bisogni e lo tengo sempre sciolto .
    Il mio cane n morde le persone,mai successo ,a volte si è. azzuffato con gli altri cani ,magari ,ma senza conseguenze ,secondo mè Puo succedere d altra parte sono bestie,x quanto possiamo addestrare un cane rimane sempre un cane e l istinto è istinto,e cmq il mio cane è un cane dà guardia,territoriale ,quindi trovando un cane nella sua proprietà ha fatto il suò lavoro,è già tanto che n se l è presa con la padrona mà ripeto lei n morde le persone quando è in giro,e nemmeno a casa ,è un cane buono con tutti mà questo cane con cui si è azzuffato ,abita nella casa davanti a noi e dal recinto si litigano sempre ,a voce ,diciamo è quando se lo è trovato in casa si è arrabbiata ..
    Ora la mia domanda è questa ,la sua padrona mi ha chiesto i danni ,la mia assicurazione ,o cmq io ,al dì la che mi dispiace x l altro cane,sono tenuto a pagare ?
    Che io sappia tra cani no ma in attesa di Andare alla mia assicurazione chiedo a voi.
    Grazie x ora.

    1. io ti consiglio di dare lo scarico all’assicurazione per evitare problemi. Questo principalmente per due motivi: il primo è che il tuo cane si trovava in una zona non recintata (nonostante sia di tua proprietà il cane quando si trova in uno spazio aperto dovrebbero essere tenuto sotto controllo con il guinzaglio), il secondo motivo è che la proprietaria dell’altro cane potrebbe denunciarti. Onde evitare queste problematiche ti consiglio di dare scarico all’assicurazione che possiedi. ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>