Acne e brufoli sul mento nei cani, cause e cura

di cinzia iannaccio 3

acne brufoli muso cane cura causaAcne e brufoli sul mento del cane? Probabilmente si tratta della cosiddetta acne canina, nota anche come piodermite del mento, o follicolite del muso: si tratta di una condizione di salute piuttosto frequente soprattutto nei cuccioli o nei giovani cani adulti. Essenzialmente l’acne nel cane rimane localizzata al muso e alle labbra, anche se può essere riscontrata nell’area genitale, sotto la coda o su un fianco, ma si tratta di eventi piuttosto rari.

Le cause dell’acne e dei brufoli sul muso del cane

Non sono ben note le cause di questa infiammazione, anche se date le sue caratteristiche sembra essere molto simile all’acne giovanile che colpisce i teenagers umani, o l’acne felina dei mici. Si ritiene al medesimo modo infatti che sia provocata da un’infezione batterica secondaria a varie problematiche che possono incidere individualmente o insieme, come concause: predisposizione genetica, influenze ormonali, o traumi fisici (comuni nei cani seppur lievi che col musetto vanno ad annusare tutto ciò che trovano), piccole lesioni da contatto.

Qualunque sia la causa precisa, rimane il fatto che il sebo si accumula nei bulbi piliferi insieme alle cellule epiteliali, provocando un’ostruzione, da cui deriva un’infiammazione / infezione, dapprima rossa e poi dolente e carica di pus: il classico brufolo! Piccoli ed estemporanei focolai di acne canina non arrecano un gran disturbo a Fido e non sempre necessitano di essere trattati, ma un’acne grave non solo può essere molto fastidiosa, ma può favorire anche lo sviluppo di infezioni continue che di certo non fanno bene allo stato generale di salute del cane, per cui è necessario intervenire. Soprattutto perché il nostro amico a quattro zampe tende a grattarsi, a toccarsi e ad ampliare dunque la proliferazione batterica.

Acne e brufoli sul mento del cane (acne canina), la cura

Di base l’acne canina non è grave e, facilmente diagnosticabile, si può tenere sotto controllo. L’obiettivo delle terapie è quello di arrecare il minor disagio possibile al cane, ma vanno scelte in base all’effettiva diffusione, cronicità e gravità della situazione.

I casi lievi di acne e brufoli possono beneficiare di una delicata pulizia della cute con detergenti specifici al perossido di benzoile o in formulazione gel da applicare localmente. Il tutto almeno una volta al giorno fino a soluzione del caso, ma solo su indicazioni e dosaggi stabiliti dal veterinario perché questa sostanza se mal gestita può provocare irritazione alla pelle del cane soprattutto se ci sono brufoli purulenti. In aggiunta o in alternativa esistono, come per gli adolescenti umani, varie creme per applicazioni locali, compresi farmaci antinfiammatori e glucocorticoidi, benché questi vadano esclusi con l’infezione batterica in corso e per trattamenti di lunga durata.

Può essere assegnata anche una terapia antibiotica. La maggior parte dei cani con acne ha una buona prognosi: il problema si risolve con la maturità, nel giro di qualche mese o al massimo un anno. Rari i casi in cui l’acne nel cane continua a svilupparsi per tutta la vita.

Fonte: PetWawe

Foto: Thinkstock

 

Commenta!

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>