Come diventare pet sitter con l’house sitting

Siete amanti degli animali e amate viaggiare low cost, meglio ancora se gratuitamente? Allora potrete trasformarvi in pet sitter approfittando di quella che sta diventando la moda del momento. Si tratta in realtà di una sorta di baratto, di scambi di esigenze e di cortesia.

cani

Un vero e proprio do ut des che prevede la possibilità di prendersi cura degli animali presenti nella casa in cui si viene ospitati. Gratuitamente. 

Come scegliere un pet sitter per il proprio uccello

Trovare un pet sitter qualificato per il vostro pennuto può essere impresa ardua, più di una vincita alla lotteria! Qualche suggerimento potrà rendervi la ricerca meno difficile. Di modo che, una volta trovato chi fa al caso vostro, potrete rilassarvi nel caso dobbiate allontanarvi da casa anche per lunghi periodi, sicuri di lasciare il vostro pappagallo o canarino in ottime mani.

 

Come scegliere pet sitter per il proprio uccello

Pet Sitter: un mestiere in ascesa

Il mestiere del pet sitter è divenuto ormai di largo consumo: sono molte le persone, con una gran passione per gli animali, che decidono di intraprendere tale strada. Ma come diventare un bravo pet sitter? L’OPSI, Obiettivo Pet Sitter Italia, offre una serie di corsi specifici per iniziare a muovere i primi passi in questa professione ed acquisire competenze specifiche rivolte a tutti gli animali, non solo cani. La  figura del dog sitter in particolare non è semplicemente di colui che porta il cane a passeggio al parco, ma un amico del cane stesso che sostituisce il proprietario in alcuni momenti della giornata, prendendosene cura.

Le principali capacità richieste ad un dog sitter sono: l’amore per i cani, non condizionato dalla razza o da difetti estetici o fisici, il senso di responsabilità e l’esperienza nel trattare con loro, quest’ultima caratteristica si acquista con il tempo. Al momento non esiste ancora un albo professionale di riferimento, anche se la proposta di una creazione in tal senso è stata avanzata dall’On. Brambilla, ministro del turismo. Che cosa deve saper fare un buon dog sitter? Certamente deve saper ascoltare l’animale: capire le sue esigenze e le sue paure, porsi nei suoi confronti in modo amichevole.

Il dog sitter deve essere un amico del cane, non un padrone: il gioco, la passeggiata, la carezza sono tutti elementi essenziali, che spesso a causa della vita frenetica di tutti i giorni, dimentichiamo di concedere al nostro pet.

Summer camp per cani in Veneto

I mesi estivi sono quelli in cui si registra il maggior numero di abbandoni di cani. Molti sono dovuti ai disagi che comporta il trovare delle strutture pet-friendly, disagi che scoraggiano più di una famiglia. O almeno questa è la scusa ufficiale. Un movente banale per giustificare l’atrocità che si cela nel lasciare un animale domestico al suo triste destino di stenti, solitudine e morte, in strada.
Come abbiamo avuto modo di vedere nei giorni scorsi, ci sono molte alternative fattibili: i pet-sitter, le pensioni per cani o, ancora meglio, partire con il quattrozampe al seguito ed optare per le tante strutture che accettano gli animali disseminate per la penisola.

Vi abbiamo presentato alcune idee per vacanze con il cane in Emilia Romagna con il dog trekking nel Parco del Frignano, in Umbria nei tanti agriturismi petfriendly, in Val d’Aosta, nell’appennino tosco-emiliano e nel bellunese con il dog bike ed il dog kart. Oggi vi parliamo del Veneto, con un summer camp studiato appositamente per cani che dura quattro giorni. Una vacanza dal divertimento assicurato con giochi, escursioni e lezioni di addestramento.

Il dvd-sitter, per cani e gatti soli a casa (video)

gatto davanti alla tvSicuramente avrete visto tutti Avatar, il colossal di James Cameron che ha fatto parlare di sé prima, durante e dopo l’uscita, nel 2009 (nelle sale italiane a gennaio 2010). Un film incredibile, non c’è alcun dubbio. E anche molto lungo. Dura quasi tre ore. Anche se il tempo trascorre abbastanza velocemente mentre ci si diverte. Per i nostri amici a quattro zampe rimasti a casa, però, le ore senza di noi, soprattutto alla sera, quando sono abituati ad averci a loro disposizione per le coccole davanti alla tv, non trascorrono alla stessa velocità.

La maggior parte dei cani e dei gatti non ama essere lasciata da sola in casa. E se portassimo anche loro al cinema? Ovvero se portassimo il cinema a casa da loro? Si chiama Cat Dvd sitter ed è il primo film prodotto esclusivamente per i gatti.

Pet care robot, il baby sitter elettronico per non lasciare mai soli gli animali domestici

pet care robotPuò essere difficile lasciare un animale domestico da solo in casa, anche se si tratta solo di un paio di giorni. Soprattutto se il nostro cane/gatto non ama la solitudine nè tantomeno gradisce l’intrusione del pet sitter o del vicino di casa che ci sostituisce nelle cure durante la nostra assenza. Per tranquillizzare i proprietari di cani e gatti che sono ansiosi alla semplice idea di allontanarsi dal proprio amico a quattro zampe, ci pensa il Pet Care Robot, un vero e proprio robot da compagnia che bada a Fido quando non siete fisicamente presenti.

Molto simile ad un altro marchingegno, il Rovio WowWee, il Pet Care Robot  è una piattaforma con connessione Wi-Fi che può fungere da memoria remota per i vostri orecchi ed i vostri occhi, tramite un’interfaccia web. Diversamente dal Rovio, però, c’è anche la possibilità di giocare a distanza con l’animale, tramite un telecomando che guida una palla per tutta casa.