Cuccioli di levriero afgano: suggerimenti per trovare un allevamento

cuccioli levriero afgano allevamentoAvete optato per l’acquisto di un cucciolo di levriero afgano? Non vi resta che scegliere l’allevamento più vicino a casa vostra ed andare a scegliere l’esemplare che fa per voi, di sicuro quello che vi guarderà con occhi più dolci. Vi abbiamo già parlato del carattere e dello sviluppo di questa razza canina e vi abbiamo mostrato anche delle foto: sapete cosa andrete a prendere, un animale domestico fedele, ma dal caratterino difficile, almeno inizialmente, con tanto bisogno di cure (per il pelo) e tempo libero per le corse nei prati di cui il levriero afgano necessita per indole naturale. Ma questa ed altre informazioni più precise le troverete sicuramente presso l’allevatore da voi prescelto. Abbiamo fatto una piccola ricerca per voi, su e giù per l’Italia, continuate a leggere….

Razze cani: le foto e le caratteristiche del levriero afgano

razze cani foto caratteristiche levriero afganoTorniamo anche oggi a parlarvi del levriero afgano, una delle razze canine più antiche: pare che ve ne sia traccia anche in alcuni antichi papiri egiziani e che anche Noè al momento di salpare con la sua arca avesse al suo fianco un esemplare di levriero afgano. L’origine territoriale, come dice lo stesso nome è l’Afghanistan qui, anche tutt’ora prosegue la sua attività di sempre: è un cane pastore adibito anche alla caccia ai lupi, agli sciacalli e ai leopardi.

Cane levriero afgano, carattere, cura del pelo e prezzi

cane levriero afgano carattere cura pelo prezzoAffascinante ed incredibile, il cane levriero afgano (o afghano), è una razza molto fedele e socievole. Di una discreta statura (circa 65-70 cm di altezza e 25-30 chilogrammi di peso, con le femmine leggermente più minute), è considerato un cane di taglia medio-grande ed è conosciuto anche e soprattutto per il suo lungo e folto pelo che necessita di grandi cure. La leggenda vuole che questo cane fosse presente anche sull’arca di Noè.

I film Disney e gli animali domestici

Aristogatti

Sappiamo benissimo come la Disney e proprio il carissimo Walt Disney in persona, si siano sempre interessati agli animali, studiandone le caratteristiche e rendendoli degli eroi per grandi e piccini. Film come Il Libro della Giungla o Il Re Leone sono rimasti nella storia proprio per il modo in cui il mondo animale riesce a insegnarci come vivere e personalmente credo che indipendentemente dall’arrivo del 3D, o delle nuovissime particolari tecniche di animazione, ogni bambino dovrebbe guardare Dumbo, Biancaneve e i Sette Nani, Peter Pan e Alice nel Paese delle Meraviglie, non dovrebbe perdersi nessun film Disney, con un occhio di riguardo rispetto a quelli realizzati dal signor Walt in persona, quindi fino al 1966 (Il Libro della Giungla è del 1967 ed è stato lasciato incompiuto da Walt Disney).

Il nostro breve percorso tra i film Disney che parlano di animali domestici parte proprio dai film più vecchi, quelli in cui è ancora riconoscibile la mano del grande ideatore e disegnatore di cartoni animati, per poi arrivare alle storie più moderne, sempre e comunque molto suggestivi ed affascinanti.

Levriero Afgano, il cane di Noè

Afgano6

Io ho una vera passione per questo cane. Devo ammettere che se a volte immagino per me per la mia futura famiglia una grande casa, magari con giardino, non posso fare a meno di pensare a un paio di cani da possedere, e nei sogni, in cui non vado nei canili a recuperare dei piccoli trovatelli, tra le fronde degli alberi e in mezzo ai cespugli spunta fuori un favoloso Levriero Afgano. Non è detto che un giorno non accada! Ma veniamo a questo cane, che nasconde anche una mitologia che lascia senza fiato.

L’Afghan Hound è ritenuto da molti il cane più antico del mondo. E’ originario del Sinai, le immagini, ma anche testi che lo citano, appaiono su papiri e iscrizioni all’interno di antiche tombe. E’ rimasto puro per secoli, così come è arrivato a noi, perchè in Afghanistan, sua terra d’origine, ne era proibita l’esportazione, infatti è giunto in Europa, di contrabbando, nel primo Novecento. E’ uno dei cani più versatili che esistono, è stato pastore di pecore, cacciatore di lupi, cervi, gazzelle, conigli, sciacalli, marmotte, e le leggende narrano che sia stato in grado di inseguire e fermare anche i leopardi.