Pericolo estinzione per la foca monaca

di Redazione Commenta

focamonaca

Nonostante sia di pochi giorni fa la positiva notizia che la foca monaca sia stata avvistata nella zona delle Isole Egadi, è pur vero che resta praticamente il simbolo del pericolo di estinzione che, del resto, aleggia su molti animali. I cambiamenti alle acque a livello di inquinamento soprattutto, causati dall’uomo, hanno messo in serio pericolo la specie che, comunque, sta timidamente tornando a sguazzare nei mari siciliani dopo 50 anni di latitanza. Probabilmente, come ha ribadito anche il Wwf si tratta di piccole colonie ma, in ogni caso, non è il momento di cantare vittoria e bisogna tenere gli occhi aperti per scongiurare comunque che sparisca per sempre nel giro di pochissimi anni.

Questo tipo di mammifero, il cui nome scientifico è Monachus Monachus ha questo appellativo per via del colore del suo manto e sin dalla notte dei tempi praticamente, ci sono testimonianze della sua esistenza. Addirittura si calcola che ne abbia parlato perfino Aristotele e che, nella mitologia greca, era un essere sacro che non si poteva violare per evitare le ire di Apollo, ma anche di Poseidone. Del resto è altamente probabile che le famose sirene ammaliatrici, capaci di far perdere il controllo con il loro canto, altro non fossero che foche monache.Ma c’è il serio pericolo che restino davvero legate a Ulisse nell’immaginario comune e che presto possano non essere più tra le specie presenti sulla Terra.

Fanno parte di esemplari solitari, soprattutto i maschi che, con il loro corpo piuttosto massiccio, girano intorno alle femmine del gruppo. Sono carnivore e danno alla luce un solo cucciolo ogni due anni, quindi è facile capire perchè sia indispensabile che non vengano cacciate, uccise o che non venga turbato il loro equilibrio nella zona marina dove si trovano. Tra l’altro, proprio il periodo dello svezzamento è pericoloso perchè i cuccioli entrano in acqua nei mesi delle mareggiate e le onde possono disperderli, ferirli e farli diventare preda di animali ben più esperti.

foto di: focamonaca

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>