A mamma bulldog vengono sottratti i suoi cuccioli, ecco la reazione (Video)

di Giulia 1

Una mamma bulldog a cui hanno sottratto i cuccioli di poche settimane cade in uno stato di profonda depressione. Ecco il video testimonianza.

La sensibilità degli animali non ha limite. Una mamma a cui vengono letteralmente strappati i suoi cuccioli, subisce un vero e proprio trauma, come mostrato nel video che segue. Ecco la storia di Carla, una bulldog cui sono stati tolti per l’ennesima volta i cuccioli nati da poco.

Carla veniva utilizzata in un allevamento come fattrice, ovvero una cagnolina utilizzata solo ed esclusivamente per la procreazione. Solitamente in questi casi i cuccioli dovrebbero restare con la madre per almeno due mesi, per consentire loro di crescere bene, senza traumi, imparando a stare al mondo. In questo caso, o meglio, come spesso accade negli allevamenti intensivi, i cuccioli vengono tolti alla madre dopo poche settimane.

Questo comportamento provoca in primo luogo un alto tasso di mortalità dei cuccioli, che in caso di sopravvivenza manifestano comunque delle carenze affettive e di socializzazione, proprio a causa del mancato rapporto con la madre. Raul Julia-Levy, autrice del filmato e direttore dell’omonima fondazione:

Carla è stata sfruttata come fattrice per gli allevamenti e poi abbandonata davanti alla nostra fondazione. L’hanno utilizzata per la riproduzione, separandola dai suoi cuccioli dopo poche settimane. Per lei è stato un trauma ed è precipitata in uno stato di profonda tristezza, come se stesse piangendo per i suoi piccoli.

Ecco cosa accade ad acquistare cuccioli online, o nel mercato nero, o a prezzi troppi vantaggiosi: si rischiano situazioni come quella in cui sono piombate Carla ed i suoi piccoli. Se proprio dovete acquistare un cuccioli, rivolgetevi agli allevamenti certificati, che fanno seriamente il loro lavoro e si preoccupano della salute sia delle mamme che dei  cuccioli.

Foto credit Thinkstock

Fonte video Facebook

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>