Cirrosi epatica cane: cause, sintomi, cura

di cinzia iannaccio Commenta

cirrosi epatica caneCon il termine cirrosi epatica si intende la fase avanzata, terminale di una malattia al fegato cronica e colpisce il cane esattamente come l’essere umano. Farmaci, sostanze tossiche e numerose patologie possono creare dei seri danni al fegato del nostro amico a quattro zampe che può trovarsi a rischio di vita. Scopriamone insieme cause, sintomi e possibili cure.

Cause di malattie del fegato e cirrosi epatica nel cane

Virus, batteri, infezioni da fungo sono tra le cause più comuni di epatite nel cane, insieme all’uso prolungato di alcuni farmaci (cortisone ed antidolorifici essenzialmente), l’assunzione involontaria di sostanze tossiche ed in ultimo il cancro. Alla lunga queste condizioni portano a cirrosi epatica: il tessuto cicatriziale si sostituisce alle cellule sane del fegato inibendone il corretto e totale funzionamento. Tale patologia è più frequente nei cani anziani, ma può colpire effettivamente ad ogni età. Alcune razze, infine, sembrano essere particolarmente predisposte: cocker spaniel, Doberman e Labrador.

Sintomi rilevatori della cirrosi epatica di Fido

I sintomi dipendono molto dalla causa che conduce alla cirrosi. In generale possiamo distinguere i seguenti:

  • Perdita di appetito, perdita di peso
  • Vomito
  • Diarrea o costipazione
  • Depressione
  • Debolezza
  • Aumento della sete e della minzione
  • Addome gonfio (pieno di liquido) e dolorante al tatto
  • Urine arancioni
  • Ittero
  • Modifiche del comportamento
  • Convulsioni

Tutti questi disturbi chiaramente sono riconducibili a molti altri problemi di salute del cane per cui è sempre fondamentale la visita del veterinario per la diagnosi.

La cura per la cirrosi epatica di Fido

La terapia è diversa a seconda dei casi anche perché dipende dalla causa specifica che ha provocato il danno al fegato e conseguentemente la cirrosi. Tra le varie possibilità terapeutiche possiamo trovare:

  • L’interruzione di ogni trattamento farmacologico che può aver provocato un danno al fegato
  • Reidratazione in caso di disidratazione
  • Cambiamenti nella dieta
  • Farmaci, per curare la malattia di fondo

Se si arriva per tempo a trattare la causa scatenante il danno epatico, si può fermare o comunque rallentare anche l’evoluzione della cirrosi.

Prognosi

Il cane guarirà? La prognosi dipende dallo stato avanzato della malattia quando si scopre e dunque dal danno epatico che si è manifestato e dalle possibilità di curare la causa scatenante. Un motivo in più, per sottoporre Fido a visite annuali di controllo dal veterinario, anche se apparentemente in buona salute: la malattia epatica difficilmente manifesta sintomi al suo esordio.

Foto: Thinkstock

 

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>