Il calendario delle studentesse 2010 contro abbandono e zoomafie (fotogallery)

di Redazione Commenta

gennaioTempo di calendari, tra quelli gratuiti che ci distribuiscono in tutte le salse tra negozianti, ipermercati, benzinai, fiorai e chi più ne ha più ne metta, e quelli invece che scegliamo di acquistare per dare un tocco particolare al nostro muro di casa per il nuovo anno. C’è chi opta per quelli a beneficenza, chi preferisce gli scatti sexy di modelli e modelle, chi si affida alla protezione dei Santi.

Per questo 2010 un’idea carina potrebbe essere optare per il calendario delle studentesse che in quest’edizione sceglie una veste animalista, corredandosi di splendide foto che ritraggono insieme delle stupende ragazze e dei teneri cuccioli, sia di razza che meticci.

Cani e gatti sono un must per i calendari, se poi sono accompagnati da donne splendide l’effetto sul muro spoglio di casa è alquanto ravvivante e colorato. Ma c’è di più, il calendario delle studentesse 2010 va contro l’abbandono, il maltrattamento degli animali, e tutte le zoomafie. E ogni mese è corredato da informazioni dettagliate sulle cifre degli abbandoni in Italia, sul racket degli animali di razza ed esotici, sulle violenze che ogni anno vengono perpetrate ai danni di cani e gatti. Il calendario è stato realizzato dal fotografo Gino Gaita e ideato da Fabrizio Cappella e Paolo Castaldo, con il patrocinio delle associazioni ambientaliste Watchdog, Cani Felici Onlus e l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Napoli. Come spiegano sulle pagine del Corriere gli stessi Cappella e Castaldo:

Quest’anno vogliamo sostenere la battaglia in difesa degli animali. Il fenomeno dell’abbandono è in crescita e noi ci vogliamo adoperare nel nostro piccolo per contrastarlo anche utilizzando la bellezza delle studentesse universitarie che sono state felicissime di sposare la nostra iniziativa.

Una ricerca americana di qualche mese fa ha scoperto che avere un pet è di aiuto agli studenti per superare l’ansia degli esami universitari o il primo impatto della lontananza da casa per quelli che vivono l’esperienza universitaria fuorisede. Dunque è più che azzeccatissimo dedicare il calendario delle studentesse agli amici a quattro zampe, buona visione della fotogallery.

[Fonte: Corriere.it]

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>