leonardo.it

Salute del cavallo, come capire se l’animale è malato

 
Paola P.
26 febbraio 2011
commenti

Ieri sulle pagine di Tuttozampe ci siamo occupati della prevenzione delle malattie infettive nel cavallo, raccogliendo i consigli del dottor Andrea Brignolo su The Paddock su quelle che sono le vaccinazioni indispensabili ad evitare malattie come il tetano, la poliartrite, l’influenza degli equini e la rinopolmonite causata dall’Herpesvirus respiratorio.

Oggi continuiamo ad occuparci della salute del cavallo raccogliendo consigli altrettanto preziosi forniti sul sito del Centro-ippico.net e relativi a quelli che sono i campanelli d’allarme nell’animale, segnali spia che devono metterci in guardia e farci capire che qualcosa non va, contattando il veterinario per un controllo ed agendo sulla prevenzione e la diagnosi tempestiva, due fattori che possono salvare la vita al cavallo.

Come capire che qualcosa non va nel cavallo? Il trucco è sapere quando va tutto bene ed interpretare così qualsiasi scarto dalla norma come un possibile sintomo di malattie o disturbi.

Si parte dagli occhi che in un esemplare sano solitamente sono grandi, con le mucose che assumono un colore rosa. Quando invece compare del rossore, è il segnale di un’infiammazione in corso. Il colore giallo denota invece problemi al fegato mentre un colore porporino segnala scarsa ossigenazione ed insufficienza respiratoria.

Anche il mantello denota lo stato di salute, più o meno buono, del cavallo. La normalità lo vuole liscio e lucente, mentre se si presenta secco ed irto due potrebbero essere i problemi: malnutrizione oppure infestazione di vermi.
Poi ci sono i parassiti, come i pidocchi, che provocano prurito al cavallo, che si gratta continuamente e che ha il mantello macchiato.

Lo stato di salute del cavallo si interpreta altresì dalle zampe: tutto regolare se sono fredde e sgonfie, mentre se presentano gonfiore si tratta di un sintomo attribuibile a più di una causa scatenante: potrebbe trattarsi di cattiva circolazione, di distorsioni, di infezioni parassitarie o ancora di problemi più seri ai danni del cuore.

Feci ed urina sono altri indicatori dello stato di salute del cavallo: le feci di un cavallo sano sono umide, non troppo odorose, senza muco. Il muco è sintomo di problemi intestinali, l’odore forte ed il colore giallo di disturbi a carico del fegato provocati dagli ascaridi. L’urina solitamente è incolore. Variazioni che denotano malattie includono:

  • urina densa e scura nel caso di problemi ai reni;
  • urina con presenza di sangue nel caso di infiammazione agli organi genitali;
  • urina dal flusso troppo abbondante se è presente diabete;
  • gocciolio di urina costante in caso di infiammazioni alla vescica.

[Fonte: centro-ippico.net]

Commenta!

Articoli Correlati
Video del cavallo salvato dai pompieri

Video del cavallo salvato dai pompieri

Singolare salvataggio a Balestrate, in Sicilia, dove i vigili del fuoco sono intervenuti per salvare un cavallo finito in un burrone molto profondo (di circa 50 metri). L’animale, infatti, si […]

Il cavallo Hickstead, la morte di un fuoriclasse in diretta tv

Il cavallo Hickstead, la morte di un fuoriclasse in diretta tv

La notizia della tragica fine di Hickstead, il cavallo campione olimpionico, sta rimbalzando sulle pagine dei quotidiani. Stava completando il percorso di gara, la 4ª tappa della World Cup di […]

Il cavallo che si ammala di tetano

Il cavallo che si ammala di tetano

Il tetano non è assolutamente una malattia da  sottovalutare e, tra l’altro, nel cavallo è pure piuttosto grave e, quindi, al minimo sospetto che sia proprio quello il disturbo di […]

La rogna o scabbia nel cavallo

La rogna o scabbia nel cavallo

Nonostante sia un animale di grandi dimensioni, il cavallo sta piano piano tornando ad essere molto amato dall’uomo e non sono pochi coloro che pure in città, avendo a disposizione […]

Ippoterapia, ovvero la terapia con il mezzo del cavallo

Ippoterapia, ovvero la terapia con il mezzo del cavallo

In questo blog abbiamo parlato spesso di Pet Therapy, ovvero di terapia con gli animali; oggi è il turno di una speciale metodica chiamata ippoterapia, ovvero la terapia con il […]