Gatti abbandonati in un appartamento senza cibo, forse hanno mangiato i cuccioli

di cinzia iannaccio Commenta

gatti abbandonati oipaAncora storie di maltrattamenti ed abbandono di animali, gatti nello specifico. Solo ieri vi abbiamo raccontato la storia di un gatto, con tanto di collare antipulci, dunque domestico, messo in un sacchetto della spazzatura e lanciato da un’auto in corsa in prossimità di alcuni cassonetti dell’immondizia. Era accaduto a Milano che oggi diventa protagonista di un altro brutto racconto: una segnalazione dell’ufficio tutela animali del comune, ha condotto il nucleo delle guardie zoofile dell’OIPA di Milano a verificare le condizioni in cui erano mantenuti alcuni mici in un appartamento nella periferia est della città. I risultati? Agghiaccianti: orribili anche per chi, come i suddetti operatori, sono avvezzi a certe scene.

L’aria era irrespirabile, a causa del forte e nauseabondo odore di feci ed urina di gatti che ricoprivano ogni superficie oltre che i mici stessi e sangue, purtroppo tanto, sulle pareti e le ante dei mobili (non è ancora stabilito se di un animale o un essere umano). Il tutto arricchito da un’infestazione di scarafaggi, al buio. I gatti sono risultati in pessime condizioni di salute, denutriti, da troppi giorni visibilmente senza cibo e senza acqua, sotto choc, terrorizzati dalla presenza umana. Trovato anche un micio di 15 giorni circa (che con tanta forza ha miagolato affamato, al punto da attirare l’attenzione di chi passava all’esterno ed ha poi avviato la segnalazione): era sotto una coperta, con una temperatura corporea talmente bassa che sarebbe deceduto in poche ore.

L’analisi del luogo ha permesso di scoprire che non era solo: la cucciolata di una delle gatte sarebbe stata di almeno 6 gattini, che però non si trovano. E da qui l’agghiacciante sospetto delle guardie zoofile: potrebbero essere stati divorati dagli altri gatti affamati! Il proprietario dell’appartamento non è reperibile, si sarebbe allontanato molti giorni fa, avvisando i vicini, chiedendo loro di prendersi cura dei gatti, ma anche assurde scritte sui muri dell’appartamento, denunciano una forte instabilità psico-sociale dell’uomo protratta nel tempo. Un uomo solo, che si faceva compagnia con dei gatti, una persona abbandonata a se stessa e all’incapacità di prendersi di innocenti animali, che ne hanno pagato le spese. Non è il primo caso di questo tipo: non imputabile alla cattiveria ma ad un disagio mentale, ma è comunque grave.

La polizia locale sta cercando di rintracciare l’uomo che comunque subirà le conseguenze del pessimo mantenimento dei gatti, secondo la legge sui maltrattamenti ed abbandono degli animali. Il cucciolo è stato affidato alle cure amorevoli dei volontari dell’OIPA che cercheranno di nutrirlo, mentre un primo gruppo di 15 gatti catturati è stato condotto presso il gattile del Parco canile del Comune di Milano, dove probabilmente andranno anche gli altri una volta presi, tutti per essere curati a causa delle gravi condizioni di salute. La gallery che segue parla da sola, ma è solo per chi ha lo stomaco forte.

Fonte e foto: OIPA

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>