Gatti abbandonati, una benedizione accoglierli in famiglia

di cinzia iannaccio Commenta

“Nel 2015, ho preso la decisione di trasferirmi in Nuova Zelanda, lasciando gli Stati Uniti. Mi sono trasferita con il mio fidanzato, Jack e il suo compagno felino, Rommel. Col passare dei mesi mi sono sempre più innamorato di quel luogo. Qui ho notato che molte persone davano i cuccioli in adozione su Facebook. Nella città in cui vivo, molti ragazzi del college lasciano i loro gatti liberi. Questo a sua volta produce una moltitudine di cuccioli randagi che invadono le strade per poi essere presi e riabbandonti…….

gatti cuccioli abbandonati

……. Non siamo mai riusciti a prendere uno di questi gattini in tempo in modo da dargli una vera e propria casa ed ho sempre trovato orribile conoscendo questi gatti, sapere che sarebbero stati abbandonati dai loro proprietari alla fine degli studi o nel corso dele pause natalizie ed estive. Poi è successo. Sono riuscita ad ottenere 2 gattini, regalati. Appartenevano ad una cucciolata indesiderata. Avevano circa 4 mesi di età e stavano cominciando ad essere difficili e tanti da gestire per i proprietari. Così io e Jack li abbiamo convinti a darceli entrambi: il 1 ° aprile, abbiamo portato Montgomery e Irene in  famiglia. Tutti e due erano sottopeso, non vaccinati e coperti di pulci e zecche. Abbiamo combattuto più di un mese, prima di risolvere questo problema. Ed insieme con la cura antiparassitaria ci siamo presi cura generale di loro e presto sono cresciuti anche di peso. Siamo benedetti ad avere una famiglia di 3 gatti, piccole pallette rotolanti di pelo che non cambieremmo mai con niente al mondo. (Mont è quello con la macchia sul naso, Irene ha la ma macchia piena sul viso).”

 

 
Colleen
Dunedin, Nuova Zelanda

 

Per The Animal rescue Site.com

Leggi qui, altre straordinarie Storie di gatti e Storie di cani

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>