Costo vaccino gatto: quali sono obbligatori

di Valentina Commenta

Prendersi cura del proprio felino significa anche occuparsi della sua salute e preservarla dal contagio di alcune malattie che potrebbero apportare al micio conseguenze pericolose: ma quale è il costo del vaccino per il gatto?

costo vaccinazioni gatto

Come varia il costo vaccino gatto

Ovviamente non tutti gli studi o ospedali veterinari presentano gli stessi prezzi per ciò che concerne le loro prestazioni: va da sé quindi che i costi per i vaccini nel gatto possano cambiare a seconda della città o zona di Italia e a seconda della visita che accompagna la vaccinazione. Di media si può incorrere in costi variabili tra i 25 ed i 50 euro ad appuntamento.

Per alcune patologia non si può proprio prescindere dalla somministrazione che dovrà essere ripetuta in base al numero di richiami: sarà il veterinario stesso ad occuparsi di stabilire i diversi appuntamenti a seconda delle esigenze del gatto. Tra le vaccinazioni che è possibile considerare facoltative vi sono quella per la clamidiosi che apporta problemi agli occhi dei gatti e che di solito è riscontrabile le colonie feline numerose e la leucemia felina o Felv: in quest’ultimo caso sembra che non sempre il vaccino sia efficace ma rappresenta comunque qualcosa da prendere in considerazione.

Le vaccinazioni obbligatorie nel gatto

vaccinazione trivalente obbligatoria

Nel costo vaccino gatto totale che un padrone dovrà spendere per il proprio felino del cuore vi sono ovviamente tutta una serie di vaccinazioni obbligatorie per il gatto, di sicura efficacia e volte a preservarne a lungo uno stato di salute perfetto.
La prima è quella contro la rinotracheite infettiva: è una malattia causata da un herpesvirus. Nella variante felina essa è in grado di danneggiare le vie respiratore ed il naso sottoponendo il gatto ad un dolore molto forte. Non solo: essa può essere veicolo di gravi patologie respiratorie in grado di portare l’animale alla morte.

L’altra è quella contro la Calicivirosi felina anche questa colpisce naso e bocca che vengono danneggiate dal formarsi di placche che non solo addolorano il gatto ma ne rendono difficile la respirazione e la nutrizione. Vi è infine la vaccinazione contro la Panleucopenia felina o parvovirosi: si tratta di una malattia che colpisce in particolare i gattini più piccoli e che causa in quelli appena nati, se la madre era infetta, problemi al cervello che li ucciderà quasi nell’immediato.

Tutte e tre le vaccinazioni fanno parte del vaccino trivalente che deve essere fatto e che deve esser richiamato dopo qualche settimana.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>